«L’illegittimo commissario dell’Asp di Cosenza, Giuseppe Zuccatelli, risponda del gran pasticcio delle prenotazioni per le visite ambulatoriali a Corigliano-Rossano. Zuccatelli dica con chiarezza che cosa non va e perché lì non si riescono a garantire visite certe e in tempi rapidi». Lo afferma, in una nota, il deputato M5S Francesco Sapia, della commissione Sanità, che tuona: «Zuccatelli, che non può dirigere l’Asp di Cosenza, in quanto l’atto della sua nomina è come carta straccia, si assuma le proprie responsabilità, visto che il ministro della Salute non ha inteso finora sostituirlo, malgrado sia evidente che il manager non può occupare quel posto». «Mi aspetto – conclude Sapia – che anche il sindaco di Corigliano-Rossano, Flavio Stasi, assuma una posizione chiara sulla questione delle prenotazioni. Se essa è causata da disorganizzazione, da carenze di personale o, peggio, da incapacità amministrativa, è bene saperlo. Stasi venga con me al Cup dell’Asp di Cosenza. Dobbiamo pretendere la verità e i dirigenti responsabili devono risolvere immediatamente il problema».

 

 

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui