L’Amministrazione comunale lascia invariata la scadenza per il versamento relativo alla prima rata di acconto dell’Imu 2020, che rimane fissata al 16 giugno.

Tuttavia, in ragione della grave crisi economica determinata dalla pandemia Covid-19, sulla scorta di quanto proposto dall’Istituto per la Finanza e l’Economia Locale (IFEL), ha ritenuto opportuno salvaguardare il tessuto economico del territorio comunale, prevedendo la possibilità di corrispondere la prima rata entro il 30 settembre, senza applicazioni di sanzioni ed interessi, limitatamente ai contribuenti che hanno registrato difficoltà economiche, da attestarsi a pena di decadenza sempre entro il 30 settembre, con modello che verrà messo a disposizione sul sito istituzionale dell’Ente.

“Appare evidente, quindi, che la nostra volontà è  – dichiara l’Assessore al Bilancio Katia Verdecchia – e resta, quella di tenere nella massima considerazione le difficoltà in cui versano cittadini e imprenditori, rispondendo con tutti gli strumenti messi a disposizione dal Governo. Inoltre, una proroga dell’Imposta per tutti, che pesa per € 7.400.000 sulle casse dell’Ente, era impraticabile e poco equa”.

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui