Il Consiglio Generale degli italiani all’Estero ha enorme piacere di segnalare una utilissima pubblicazione prodotta dall’Intercomites Germania in collaborazione con l’Ambasciata italiana a Berlino. Il connubio operativo riflette le sinergie di collaborazione instaurate nelle presente consiliatura tra i due organismi di rappresentanza e l’Ambasciata italiana. Tenuto conto della contingenza emergenziale causata dalla diffusione del Coronavirus nel mondo, la rapida iniziativa prodotta dal gruppo di lavoro composto dai presidenti dei Comites e consiglieri del CGIE assieme ai responsabili dell’Ambasciata italiana nella terra di Wolfgang Goethe, vuole rispondere in maniera semplice ad un bisogno sociale e sanitario concreto: “orientare i nostri connazionali nei primi passi per la terza età”.

Il lavoro di ricerca e analisi è stato sollecitato e istruito dalla presidente del Com.It.Es. di Dortmund, Milena Rossi, in collaborazione con dalla Consigliere d’Ambasciata, dottoressa Susanna Schlein, assieme al coordinatore del Comitato dei Presidenti Com.It.Es., dottor Tommaso Conte di Stoccarda. Nel volume sono presenti ricerche socio sanitarie prodotte dai Consiglieri del CGIE: Prof.ssa Edith Pichler presso l’università di Postdam; il dottor chirurgo, Vincenzo Mancuso di Francoforte, e la dottoressa med., Isabella Parisi di Hannover. La stesura dei testi è opera della giornalista Luciana Mella.

Questa pubblicazione va ad aggiungersi alle numerose iniziative pubblicistiche a sostegno dell’alto grado di integrazione sociale, culturale e economica, che si traducono nei sempre più espliciti rapporti di amicizia costruiti dal dopoguerra in poi dai nostri connazionali in Germania, che hanno scelto di condividere le sorti della costituenda Unione europea.

Nella presentazione alla pubblicazione l’Ambasciatore d’Italia in Germania, Guido Mattiolo, scrive:

… dopo le pubblicazioni di “Primi passi in Germania” e di “Primi passi in Germania per neo imprenditori”, desidero dunque ringraziare l’Intercomites per avere voluto dare spazio e attenzione anche ai molti temi – e ai non pochi problemi – legati alla presenza in questo Paese di una percentuale significativa di persone anziane provenienti dall’Italia.

Con le sue oltre 840.000 persone iscritte all’AIRE la comunità italiana in Germania non è soltanto la seconda più numerosa al mondo (dopo quella in Argentina), ma anche una di quelle cresciute più rapidamente negli ultimi anni. Al di là dei numeri vale la pena notare che qualcosa sta cambiando nella composizione demografica di questa collettività. Mentre, infatti, è più facile accorgersi dei più giovani qui in arrivo dall’Italia per perfezionare i loro studi o per realizzare i loro sogni professionali, la presenza dei nostri connazionali “senior” è certamente più discreta, ma non per questo meno importante o meritevole di minore attenzione.

Mentre il coordinatore del Comitato dei Presidente Comites, dottor Tommaso Conte, ricorda la genesi della pubblicazione nata da un progetto pensato con l’Ambasciata d’Italia in Germania, sottolinea anche i motivi e i contenuti di questo volumetto, che cerca di dare informazioni utili e pratiche a coloro che, una volta raggiunta l’età della pensione, prendono in considerazione l’idea di andare a vivere in Germania. Il pendolarismo della terza età è diventato, oramai, una costante del mondo globalizzato e va seguito e curato con strumenti adeguati. Sono infatti sempre di più gli anziani che, per un motivo o l’altro, decidono di affrontare uno spostamento radicale.

In quaranta agili pagine si trovano informazioni basilari su quali sono i primi passi da compiere sia prima di lasciare l’Italia, sia all’arrivo.

Solo alcuni esempi: come trasferire la pensione, come aprire un conto in banca, quali documenti servono perché sia garantita l’assistenza sanitaria anche in Germania o a chi rivolgersi in caso di necessità. La guida è anche corredata da una breve ricerca sociale della studiosa Edith Pichler, sociologa presso l’università di Potsdam, che analizza, sotto un profilo sociale e statistico, la popolazione anziana italiana residente in Germania.

“Primi passi in Germania per la terza età” potrà essere scaricato in formato PDF, dal sito dell’Ambasciata d’Italiana a Berlino, dalle pagine dedicate dei Consolati, dei Com.It.Es. e sarà prossimamente disponibile gratuitamente in formato cartaceo presso le sedi Consolari, i Com.It.Es. che operano sul territorio tedesco e i Patronati italiani in Germania.

i Presidenti e i Comitati degli italiani all’estero in Germania sono i seguenti:

Marilena Rossi – Dortmund                           Daniela Di Benedetto – Monaco

Tommaso Conte – Stoccarda             Calogero Ferro – Francoforte

Simonetta Doná – Berlino                             Michele Di Leo – Friburgo

Giuseppe Scigliano – Hannover                    Giuseppe Bartolotta – Colonia

Giovanni Di Rosa – Saarbrücken      Luigi Cavallo – Wolfsburg                   Lucio Albanese – Norimberga

Comunicato stampa, CGIE-Intercomites Germania, comunicazione.cgie@esteri.it , 1 giugno 2020

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui