Roma – “Ieri finalmente si è chiusa positivamente  la vicenda Almaviva. Una buona notizia per i 310 lavoratori in servizio ai call center Sky di Palermo e Milano.

C’è un tempo in cui l’economia deve elaborare teorie e poi c’è la vita di persone che, nei processi indicati, devono trovare garanzie e tutele. Così, nel mio mandato di sottosegretario del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, opero giorno dopo giorno nell’interesse dei cittadini. Cercando, quindi, il punto di incontro tra le imprese e i loro dipendenti.

La complessa storia Almaviva, per motivi molteplici, ci ha visti impegnati per mesi in uno studio delle soluzioni e delle istanze di tutti gli attori. Oggi possiamo, finalmente, essere testimoni e protagonisti allo stesso tempo, di un bell’esempio di politica del lavoro. Oggi possiamo dire che nessun posto di lavoro è stato sacrificato a logiche di profitto, semplicemente perché la soluzione è arrivata dall’incontro delle voci di tutti gli stakeholders, sostenuta e accompagnata dal ruolo del Ministero del lavoro. E questo grazie ad un principio  etico, che mi piace sempre ribadire: IL MUTUO VANTAGGIO. Un grande e innovativo modo di affrontare crisi che, altrimenti, genererebbero insanabili conflitti sociali.

Con grande stima per la serietà e l’onestà intellettuale con cui hanno condiviso questo percorso, mai scontato nel suo esito positivo, ringrazio le regioni Sicilia e Lombardia, il Comune di Palermo, le  aziende Sky, Covisian ed Almaviva, i sindacati e i lavoratori.

Oggi l’economia si è armonizzata con l’etica”.

Lo scrive sui social il Sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Sen. Stanislao Di Piazza.

Ufficio Stampa 

Sen. Steni Di Piazza

Sottosegretario di Stato al 

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui