«La presidente della Regione Calabria, Jole Santelli, deve sostituire immediatamente l’assessore Domenica Catalfamo, indagata per concorso esterno con la ’ndrangheta. Non resta altra decisione politica». Lo affermano, in una nota, i parlamentari M5S Francesco Sapia, Bianca Laura Granato, Giuseppe d’Ippolito e Paolo Parentela, che incalzano: «Se la presidente vuole invece tenerla nella sua giunta regionale, magari spinta da quel garantismo opportunistico che Forza Italia aveva già espresso sull’iscrizione di Catalfamo nel registro degli indagati, significa che Santelli non capisce qual è, sul piano politico ed amministrativo, la posta in gioco». «A Santelli – concludono i parlamentari del Movimento 5 Stelle – ricordiamo la lezione morale di Paolo Borsellino, secondo il quale i partiti devono, indipendentemente dai risvolti delle inchieste giudiziarie, garantire pulizia e affidabilità al loro interno. Ci aspettiamo nella stessa giornata di oggi le dimissioni di Catalfamo a seguito di una netta presa di posizione di Santelli, chiamata ad agire in coerenza con l’obiettivo di salvaguardare la Regione da ogni possibile inquinamento mafioso, più volte dichiarato dalla presidente, da ultimo al giornalista Peter Gomez».

 

Per conto dei parlamentari Bianca Laura Granato, Francesco Sapia, Giuseppe d’Ippolito e Paolo Parentela.

Serafino Caputo
Collaboratore Uffici deputato M5S Francesco Sapia

Collaboratore Ufficio Comunicazione deputati M5S Giuseppe d’Ippolito e Paolo Parentela

Collaboratore Ufficio Comunicazione senatrice M5s Bianca Laura Granato
serafino.caputo75@virgilio.it

 

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui