«Il settore della ceramica potrà ripartire grazie a uno specifico emendamento del Movimento 5 Stelle, inserito in sede di conversione del decreto Rilancio». Lo annuncia, in una nota, il deputato M5S Paolo Parentela, componente della commissione Agricoltura, che aggiunge: «Il settore, già in crisi per la contraffazione estera, soffre tanto per le brutte conseguenze del Covid. Con l’emendamento, cui ho contribuito in prima persona, diamo linfa a realtà produttive come quella di Squillace e di altre città italiane che hanno fatto delle ceramiche una peculiarità, un prodotto rappresentativo del Made in Italy». «Con nuove, importanti risorse – precisa il deputato – sovvenzioniamo progetti provenienti dalle imprese del settore. Sarà il Consiglio Nazionale Ceramico a valutarli, in modo che l’aiuto pubblico raggiunga gli artigiani in difficoltà con voglia e idee di rilancio. Con lo stesso emendamento si favorisce l’introduzione, anche nella produzione di ceramiche, dell’utilizzo di sistemi di maggiore tracciabilità, per esempio la tecnologia Blockchain». «Avviare un progetto pilota che vada in tale direzione – conclude Parentela – significa intervenire a favore della ceramica artistica e tradizionale del nostro Paese e dei territori, come il borgo di Squillace, che la producono. Scommettiamo sulla capacità del settore di promuovere il territorio e contribuiamo a proiettare nel futuro questa antichissima tradizione».

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui