Roma, 1 lug – “Ritengo estremamente importanti le parole del direttore dell’Unità per le autorizzazioni dei materiali d’armamento (Uama) della Farnesina, favorevoli a una riforma migliorativa della legge 185 del 1990 sull’esportazione di armamenti. Il ministro plenipotenziario Alberto Cutillo, dicendo di aver letto la proposta di riforma del Movimento 5 Stelle a mia prima firma, ha ammesso che dopo tanti anni e dopo una serie di emendamenti non ben coordinati, la legge potrebbe giovarsi di un tagliando che armonizzi e chiarisca meglio i processi decisionali, sottolineando come la nostra riforma contenga proposte interessanti e utili come ad esempio il ripristino di un comitato interministeriale che dia un chiaro indirizzo politico operativo. Il direttore di Uama ha anche ammesso che le relazioni annuali al Parlamento risultano perfino per lui molto poco chiare e questo, dal nostro punto di vista, rappresenta un forte limite al potere di controllo parlamentare sulle vendite di armi all’estero, un problema che la nostra riforma intende risolvere reintroducendo la chiarezza espositiva delle primissime relazioni. Confidiamo che, dopo le parole del direttore di Uama, tutte le forze di maggioranza sosterranno senza esitazioni la nostra proposta di riforma”.
Lo dichiara il senatore Gianluca Ferrara, capogruppo del Movimento 5 Stelle alla Commissione Esteri di Palazzo Madama, al termine dell’audizione del direttore di Uama.

__________________
Movimento 5 Stelle
Ufficio Comunicazione Senato
Via degli Staderari 2
Palazzo Carpegna
06- 67063402
m5s.comunicazione@senato.it

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui