Contribuire all’innovazione nel mondo dei servizi attraverso la creazione di esperienze e la trasformazione dei modelli di business.

Website: www.polidesign.net/servicedesign
www.servicedesignmaster.com

Sono 30 i posti disponibili per partecipare alla VIII edizione del Master in Service Design del Politecnico di Milano, gestito da POLI.design, uno dei percorsi formativi che mira a sviluppare le proprie competenze nel mondo dei servizi per le imprese e per le organizzazioni pubbliche, con l’obiettivo di comprendere i bisogni e i comportamenti delle persone e saper interpretare i cambiamenti in atto nel contesto contemporaneo e progettare soluzioni, processi ed esperienze efficaci ed efficienti.

“Progettare nuovi servizi o rinnovare servizi esistenti riguarda l’ideazione di nuove modalità di offerta, la creazione di nuove forme d’interazione e comunicazione tra utenti e organizzazioni, la trasformazione dei modelli di business attraverso la creazione di nuove idee imprenditoriali. Attraverso l’approccio del Service Design possiamo immaginare soluzioni che siano vicine ai bisogni degli utenti finali e che creino valore per chi li produce. Il service design progetta infatti le diverse componenti di un servizio, siano queste digitali, materiali o relazionali, in modo che il risultato finale sia coerente in tutti i suoi elementi, desiderabile per i clienti-utenti, fattibile dal punto di vista tecnologico e sostenibile economicamente, socialmente e ambientalmente” – ci racconta Stefano Maffei, Direttore del Master Service Design.

Obiettivo del percorso formativo è infatti quello di formare progettisti esperti con competenze teoriche, pratiche e critiche e di fornire gli strumenti utili per sviluppare nuove competenze professionali per chi è già avviato nel mondo del lavoro.

La didattica, erogata interamente in lingua inglese, vedrà anche per questa nuova edizione il supporto di aziende di spicco nel panorama italiano, che hanno compreso quanto il service design possa rappresentare un asset strategico per innovare, differenziare e competere.

“Ci troviamo ad operare in un’epoca di grandi trasformazioni economiche, sociali e ambientali che implicano un profondo ripensamento del ruolo del design e delle sfide progettuali per ripensare il futuro. I service designer saranno i protagonisti di questo processo innovativo di interazione tra i soggetti e le organizzazioni, saranno chiamati a definire nuove forme di impresa, nuovi modi di vivere i territori e le città, playground globali in cui micro e macro si intersecheranno senza soluzione di continuità” ci spiega Beatrice Villari, Co-Direttrice del Master.

Carattere peculiare del Master è il programma didattico che unisce insegnamenti alla base della disciplina progettuale e contenuti sperimentali e di frontiera nell’ambito della progettazione dei servizi, come service evaluation, design for policy, inclusive design e speculative design.

Il percorso, della durata di 12 mesi, si rivolge a candidati in possesso di un titolo di laurea triennale, magistrale o diploma universitario in design, architettura e ingegneria e a candidati laureati in altre discipline a cui il Service Design possa fornire una significativa integrazione alla propria preparazione professionale.

L’inizio delle lezioni è previsto per Ottobre 2020 con l’avvio di attività propedeutiche. Da gennaio 2021 avrà inizio la didattica ufficiale fino a Gennaio 2022. Per la partecipazione del Master, vengono rilasciati 60 crediti formativi.

Iscriviti entro Luglio 2020 ed usufruisci degli EARLY BIRD.
Deadline chiusura iscrizioni: Dicembre 2020. I cittadini extra U.E. con titolo conseguito all’estero dovranno presentare tutta la documentazione almeno 30 giorni prima dei termini di chiusura iscrizioni.

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui