(3 luglio 2020) – “Oggi ho depositato una interrogazione al Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale sull’aggiornamento dell’Accordo bilaterale di sicurezza sociale Italia-Stati Uniti, firmato nel 1973 ed entrato in vigore nel 1978.

E’ evidente che i cambiamenti intercorsi nella società sia italiana che americana, con conseguente emersione di nuove figure professionali, richiedono che l’Accordo attualmente in vigore allarghi le proprie tutele a nuove categorie di lavoratori e che queste tutele siano estese agli iscritti all’ex-Inpdap, ora gestita dall’Inps, in maniera da eliminare la disparità di trattamento tra lavoratori pubblici e privati.

Già in passato, sia nella scorsa Legislatura che in quella in corso, avevo avuto interlocuzioni costruttive con il Governo ma devo constatare che, a parte le intenzioni rassicuranti sulla volontà di fare il negoziato per aggiornare l’Accordo, non ancora ci sono notizie concrete sullo stato dei lavori negoziali.

Per tale ragione ho chiesto al Ministro Di Maio di “fornire indicazioni per una tempistica certa concernente l’iter del negoziato per aggiornare l’Accordo, al fine di venire incontro alle necessità dei lavoratori italiani negli Usa che ad oggi non vedono ancora pienamente tutelati i loro diritti previdenziali”.”

Lo ha dichiarato l’On. Fucsia Nissoli Fitzgerald, deputata di Forza Italia eletta in Nord e Centro America.

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui