Di Monica Saia

Dal 4 maggio 2020 é stata dichiarata la fine del lockdown che, per molti é stato erroneamente, un liberi tutti. Questa “troppa libertà”, questo non costante e non per tutti rispetto delle regole per quanto abbiamo assistito a una regressione del numero dei contagi, non si è mai completamente azzerato. Ciò ha, chiaramente, portato il Premier Conte a voler prorogare lo stato di emergenza, decisione ancora non definitiva comunque già pienamente condivisa dal PD.

Così per la non osservanza di semplici regole, si mette a repentaglio la nostra salute, quella della nostra famiglia e del nostro prossimo.

In questo modo il tanto ambito ritorno alla normalità sarà lontano sempre più.

E allora scuotiamo le coscienze, rimandiamo le feste, perché la vita è breve, ma così… Non riusciremo mai a vivere veramente liberi.

1 commento

  1. semplice e nello stesso tempo molto profonda, attenta all’attualità e abbastanza diretta, molto sciolta nello scrivere e nel centrare i problemi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui