Roma, 14 lug. – “La Commissione Difesa del Senato prende una posizione netta e decisa a sostegno della difesa comune europea. Con un voto all’unanimità su una risoluzione da me promossa che impegna il Governo a sostenere con risorse adeguate i programmi destinati a rafforzare la cooperazione in materia di difesa e sicurezza, costruendo anche le prime capacità operative della difesa comune europea”.

“Il voto unanime di oggi è un risultato ottimo, che dimostra la consapevolezza del Senato sull’importanza della costruzione di una difesa comune europea.  Ed è la dimostrazione che, su una direttrice politica fondamentale per il futuro dell’Italia e dell’Unione europea, siamo in grado di esprimere, al di là delle appartenenze di partito, un parere condiviso”.

“È anche la dimostrazione di come sia chiaro a tutti che l’integrazione delle politiche di difesa, nella cornice della politica estera e di sicurezza comune, è oggi essenziale, non solo per rafforzare il ruolo dell’Unione europea a favore della sicurezza e della stabilità internazionale, ma per lo sviluppo ed il benessere la della stessa Unione”.

“Se il prossimo bilancio pluriennale europeo rispetterà le attese, il comparto difesa e sicurezza sarà avviato a costituire un pilastro del progetto di integrazione europea. Due sono le linee di sviluppo della difesa comune europea: la prima riguarda la definizione di capacità comuni, la seconda riguarda il programma europeo di sviluppo del settore industriale della difesa (EDIDP), il cui obiettivo è sostenere la competitività e la capacità di innovazione dell’industria della difesa dell’UE”. Lo dichiara Laura Garavini, Presidente della Commissione Difesa del Senato, a commento del voto odierno sulla risoluzione dell’Affare assegnato 414 sulla partecipazione italiana ai progetti di Difesa europei.

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui