GIUDICE DI PACE CIVILE E PENALE

A cura degli Avv. Roberto Nicodemi e Giorgia Celletti
Buongiorno colleghi,😍😍
Vi informiamo che , a seguito dell’entrata in vigore della legge 70 del 2020, il termine di efficacia delle disposizioni previste dall’art. 83  del d.l. 28\2020 è stato anticipato al 30 giugno 2020.
A seguito della suddetta  normativa, negli uffici del Giudice di Pace di Roma saranno introdotte alcune novità che permetteranno un aumento del numero  delle udienze e dell’attività degli uffici giudiziari.
La situazione rimane comunque critica anche per l’evidente difficoltà dei nostri rappresentanti istituzionali a limitare le determinazioni dei capi degli uffici giudiziari, che di fatto hanno ridotto dell’80 % l’attività giudiziale.
Consapevoli che l’emergenza epidemiologica non è affatto cessata ed è, pertanto, necessario continuare ad adottare tutte le prescrizioni previste dagli organi competenti, ci auguriamo che si riesca, almeno per settembre,  ad organizzare l’attività degli uffici giudiziari in modo da permettere ad ognuno di noi di continuare a svolgere l’attività professionale.
In questa situazione, che definiremo “ desolante”, Vi riportiamo l’ organizzazione dell’Ufficio del Giudice di Pace di Roma,  almeno fino al 25 luglio 2020, come da elenco che segue:
ATTIVITA’ DI UDIENZA SETTORE CIVILE: Aumento delle udienze in presenza con l’utilizzo di sei aule aggiuntive al giorno con la fissazione di 10 cause per ciascuna di esse ( + 60 cause al giorno). Le udienze si svolgeranno anche per le cause in cui è previsto il conferimento degli incarichi peritali ( CTU), assunzione di prove orali, le opposizioni ex art. 615 c.p.c. anche in difetto di costituzione di tutte le parti. ( già si svolgono quelle ex art. 309 c.p.c. e per la precisazione delle conclusioni). I procuratori delle parti devono ricevere la comunicazione di cancelleria, in difetto della quale non potranno accedere negli uffici giudiziari.
UFFICIO STRANIERI: Le convalide  di trattenimento dello straniero sono trattate in presenza fisica.
ATTIVITA’ DI UDIENZA DEL SETTORE PENALE: Non ci sara la disponibilità di nuove aule di udienza e, fino al 31 luglio 2020, saranno tenute le udienze già programmate.
ATTIVITA’ AMMINISTRATIVA – LAVORO AGILE: Sarà mantenuta una sola giornata di lavoro agile purchè il lavoro svolto sia equivalente, per qualità e quantità, a quello in presenza.
SETTORE PENALE – RICEZIONE ATTI: Lo sportello sarà aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13.
SETTORE CIVILE:
FRONT OFFICE: Per ogni sezione è previsto uno sportello dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13.
Iscrizione a ruolo generale
Tutti i giorni con orario 9-13. Si ribadisce l’invito ad utilizzare il servizio postale per l’invio delle iscrizioni.
Richiesta copie
Ripristinato al piano terra civico 40, dal lunedì al giovedì,  con orario 9-13.
Rilascio copie
Eliminato il limite di richieste, dal lunedì al giovedì,  con orario  9-12.
Richiesta esecutorietà per i decreti ingiuntivi: dal martedì a venerdì,  con orario  9,30-12.
Deposito atti e consultazione dei fascicoli relativi a decreti ingiuntivi: dal lunedì a venerdì,  con orario  9 -12.
Archivio fascicoli di cause e ricorsi osa definiti a qualsiasi titolo
Quarto piano civico 40 stanza 413, nei giorni di martedì e giovedì con orario 9-12, previa richiesta via posta elettronica (archivio.gdp.roma@giustizia.it)
Archivio decreti ingiuntivi
Primo piano civico 28 stanza 110, nei giorni di martedì e giovedì con orario 9-12.
Deposito atti presso le cancellerie
Istituito un presidio presso ciascuna cancelleria, consentito accesso ad una persona per volta nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì con orario 9-13.
Richiesta copie on line: Il servizio è riservato agli iscritti all’Albo dell’Ordine degli Avvocati di Roma; è possibile inviare una sola richiesta giornaliera di copie per un  massimo di n. 3 provvedimenti  giudiziari  al seguente indirizzo:
richiestacopie.gdp.roma@giustizia.it. Le richieste vanno inoltrate dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 16. Ogni PEC deve contenere una sola richiesta di un provvedimento giudiziario. Saranno lavorate massimo 150 richieste al giorno. Il suddetto servizio è gestito da personale convenzionato con l’Ordine degli Avvocati di Roma, l’Ufficio del Giudice di Pace di Roma non ha alcuna responsabilità per disguidi o interruzioni del servizio, per cui si consiglia di ripetere la richiesta qualora non sia stata lavorata entro 10-15 giorni. L’indirizzo sopra indicato non è abilitato a rispondere alle email inviate tramite PEC
Rimaniamo a vostra disposizione per ogni ulteriore supporto,  anche telefonicamente al numero 3286928765
Con l’impegno di sempre.
I CONSIGLIERI COA ROMA
Avv. Roberto NICODEMI e Avv. Giorgia CELLETTI

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui