“Inizio il 14 settembre può essere 11 settembre della scuola”  

“Il ministero ha mostrato una lentezza e una farraginosità incredibili. La ministra Azzolina ha dimostrato di essere vincolata alle indicazioni e ai diktat di partito che spesso sono più ideologici che pratici, si è fatta trascinare da questi diktat, probabilmente perché anche lei ne aveva di suoi per esperienze pregresse. Il ritardo accumulato è insormontabile, temo che il 14 settembre possa essere un 11 settembre italiano della scuola, perché quando arriveranno -spero- in classe i ragazzi, i dirigenti, non solo quelli della secondaria, potrebbero anche trovarsi a dover scegliere: facciamo i turni, togliamo il tempo a scuola, ridimensioniamo l’offerta formativa perché non ci sono arrivate le risorse aggiuntive”. Così Maddalena Gissi, segretaria generale di Cisl Scuola a 24 Mattino su Radio 24.

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui