“Sono arrabbiata e delusa nel vedere una delle località più suggestive della nostra provincia violentata in questa maniera per subdole motivazioni o interessi umani. Ho chiamato io stessa la Forestale per sincerarmi della gravità della situazione. Quando chiediamo al nostro Governo ‘programmazione’ lo facciamo perché tutti ormai abbiamo una conoscenza storica sul ripetersi a cadenza quasi annuale di questi tristi eventi, sempre nelle stesse modalità e sempre negli stessi luoghi. Programmazione è l’imperativo alla base della prevenzione, è anticipare le mosse di chi potrebbe avere qualche losca intenzione, soprattutto nei giorni più a rischio”. Questa la dichiarazione della deputata all’Ars di Attiva Sicilia, Valentina Palmeri.

Appena due settimane fa, l’on. Palmeri si era recata per un sopralluogo alla Riserva di Monte Cofano, a seguito del quale inviava una richiesta all’ Amministrazione comunale per convocare, con urgenza, una tavola rotonda con tutte le parti interessate, al fine di meglio capire quando la messa in sicurezza e la sua fruibilità potranno finalmente essere attuate, nonché per porre in essere azioni atte a garantire una più efficace tutela e valorizzazione del luogo, come ad esempio la sorveglianza, anche attraverso sistemi video e satellitari, dei punti di accesso, soprattutto nei giorni più a rischio.

“In giornata – continua la deputata – presenterò immediatamente una interrogazione al Presidente della Regione e all’Assessore competente per ottenere le risposte necessarie dopo questo nuovo disastro ambientale”.

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui