È ancora; “Come è possibile chiedere  trasparenza e legalità se poi il garante supremo dei valori costituzionali, mostra di non vedere, non sentire e non pretendere verità? “

 

 

ROMA – Vittorio Sgarbi critica le dichiarazioni del presidente della Repubblica Mattarella sulle “fake news”: “Vorrei  chiedere ragione a Mattarella della sua dichiarazione favorevole al contenimento  delle  “fake news”  (anche il Capo dello Stato, ormai, non parla più l’italiano…)  attraverso una commissione parlamentare d’inchiesta d’ispirazione inquisitoria, mentre insiste a tacere sullo scandalo dei magistrati politicizzati (caso Palamara) e sulla autoritaria decisione di tenere secretati i verbali della Commissione tecnico-scientifica. 

Come è possibile chiedere  trasparenza e legalità se poi il garante supremo dei valori costituzionali, mostra di non vedere, non sentire e non pretendere verità? 

Noi vogliamo il presidente non solo sopra le parti ,ma dentro le cose che affliggono l’Italia.  E non sono certo le “fake news” ma la spudoratezza di chi giudica e non è giudicato, e l’inconsapevolezza e l’irresponsabilità di chi governa nell’arbitrio.

Il presidente della Repubblica deve reprimere i fatti dolosi, non le notizie”

 

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui