In una societa’ sportiva sia di serie A che di B l’importanza di un buon direttore sportivo e’ fondamentale specia come il calcio Napoli il cui unico padrone incontestabile e’ il presidente Aurelio De Laurentiis e la sua famiglia.

Andare d’accordo con il presidente non e’ affatto facile.  Egli deve dare sempre la sua ultima parola in tutto ma fortunatamente Giuntoli, il direttore sportivo, e’ dotato anche di una buona dose di pazienza

Cristiano Giuntoli si e’ dimostrato fin dal principio un ottimo direttore sportivo con un gran numero di scout alla ricerca sempre di nuovi talenti da scoprire in tutto il mondo sportivo per reclutarli alla corte di De Laurentiis.

Da quando e’ giunto al Napoli qualche anno fa, e’ riuscito ad individuare ottimi giocatori non per ultimo  Osihmen e sembra non essere finita qui perche’ il calciomercato ancora deve iniziare per il campionato che verra’.

Il DS è’ riuscito pure a far realizzare plusvalenze e a piazzare in uscita ottimi colpi ricavando sempre il massimo, pochi gli errori commessi.

In una intervista rilasciata ai microfoni del TG regione Campania asserisce che nei prossimi anni sara’ diverso perche’ le altre squadre come Inter e Milan stanno aumentando il loro valore, forse arrivera’ un investitore straniero per la Roma e poi  c’e’ il progetto Atalanta gia’ in atto,  con il bel gioco espresso e con i tanti giovani calciatori per il futuro.

Anche la Lazio e’ diventata una realta’ come ha fatto vedere in questa ultima stagione.  Il Napoli  sara’ sempre piu’ competitivo in previsione di innesti funzionali alla squadra per portarla ai vertici della classifica.

Pertanto Giuntoli ha evidenziato che, secondo lui, nei prossimi anni ci sara’ sempre piu’ competivita’ in campionato.

Si è espresso anche sulla partita clou della Champions League che vedra’ il Napoli contro il Barcellona di Leo Messi stella del Barcellona l’8 agosto manifestando la sua ammirazione per Messi che, da solo puo’, risolvere una partita.

Al Camp Nou, purtroppo, non ci sara’il pubblico a causa del covid che ha tartassato tutto il mondo specie in  Spagna dove i contagi sono nuovamente aumentati destando molta preoccupazione.

Il presidente De Laurentiis ha cercato di spostare la sede per la disputa della partita, ma invano..

“Ma di tutto questo, ovviamente se ne sta occupando personalmente il presidente….io sono solo il direttore sportivo”, ha chiosato  il direttore sportivo.

Il Napoli partira’ venerdi per la Spagna e, una volta arrivati all’ aereoporto iberico,  i calciatori saranno come in una campana super protetti,  per evitare ogni tipo di contatto per gli uomini di Gattuso, cosi almeno assicurano le autorita’ della Catalogna.

Ancora pochi giorni e ci siamo, forza Napoli, forza ragazzi regalateci questo sogno.

Un grazie va anche a Giuntoli che, con il suo lavoro, ha portato questa squadra a competere con le grandi del firmamento europeo.

Ida Brandi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui