Secondo quanto riferito, 7 bambini sono stati uccisi ieri in Yemen nel corso di un attacco aereo nel quale hanno perso la vita venti persone. In base a quanto riportato dalle autorità sanitarie locali, l’attacco, che ha provocato anche molti feriti gravi, tra cui soprattutto donne e bambini, ha colpito case e automobili nella provincia settentrionale di al-Jawf.

Questo attacco terribile arriva a poche settimane da altri due raid aerei che avevano già causato la morte di dieci bambini, portando così ad almeno 17 il computo delle vittime tra i bambini, sottolinea Save the Children, l’Organizzazione internazionale che da oltre 100 anni lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro.

“In meno di un mese almeno 17 bambini hanno perso la vita a causa di attacchi indiscriminati in Yemen. È semplicemente inaccettabile che il mondo continui a guardare i bambini che muoiono mentre sono nelle loro case, mentre giocano in strada o mentre vanno a scuola – ha dichiarato Xavier Joubert,  Direttore di Save the Children in Yemen – Lo Yemen, in questo momento, si trova già a dover fronteggiare la pandemia di COVID-19 con risorse estremamente limitate, le inondazioni stanno devastando il Paese e migliaia di bambini stanno soffrendo la fame: sono questi i problemi sui quali bisognerebbe porre tutta l’attenzione piuttosto che pensare a combattere”.

“Condanniamo con fermezza l’attacco e chiediamo a tutte le parti in guerra di rispettare il diritto internazionale umanitario, di consentire il libero accesso agli operatori umanitari, in modo da raggiungere le persone che più ne hanno bisogno, e di aderire all’appello per un cessate il fuoco durante questi tempi difficili. Il popolo dello Yemen merita di vivere finalmente in pace e di ricostruire le proprie vite ormai distrutte dopo più di cinque anni segnati da un conflitto cruento”, ha concluso Xavier Joubert.

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui