Carlo Spinelli capogruppo consigliare del movimento Italia dei Diritti in seno al consiglio comunale del comune prenestino e responsabile provinciale romano del movimento stesso denuncia le mancate risposte alle interrogazioni e le richieste di accesso agli atti rivolte al Primo Cittadino che amministra Capranica Prenestina

Roma 10 agosto 2020: Non si fermano le segnalazioni del responsabile provinciale romano del movimento Italia dei Diritti Carlo Spinelli che, in virtù del suo mandato di consigliere comunale  nel comune di Capranica Prenestina continua a denunciare omissioni da parte del Sindaco del comune stesso:” Purtroppo ancora una volta devo constatare che il Sindaco di Capranica Prenestina fa lo gnorri davanti alle mie interrogazioni e richieste di accesso agli atti. Un comportamento grave quello che sta tenendo il Primo Cittadino capranicense che ostacola il mio mandato ispettivo legittimato dal consenso elettorale del 26 maggio 2019. Gli elettori di Capranica Prenestina eleggendomi alla carica di consigliere mi hanno autorizzato a rappresentarli per controllare l’operato del Sindaco cosa che per anni nessuno ha fatto lasciandolo libero di agire come meglio credeva e il mio impegno a far ciò – continua Spinelli –  lo ha un pò spiazzato non essendo abituato, appunto, a chi si oppone in consiglio comunale o a chi chiede spiegazioni nel momento che emergono dei dubbi sul suo operato. E così mi trovo di nuovo a denunciare la mancato ostensione di alcuni atti amministrativi per i quali avevo chiesto l’accesso e mi riferisco in particolare ai documenti inerenti i conferimenti dei materiale raccolti in modalità differenziata nel nostro comune durante l’anno 2019, richiesta inviata via pec in data….,  e alla documentazione che giustificasse la maggiore spesa che il comune sta sostenendo per il trasporto dei rifiuti raccolti sempre sul nostro territorio visto che ogni mese puntualmente arriva una determina che prevede un’integrazione economica da riconoscere all’azienda che svolge il servizio di nettezza urbana a Capranica Prenestina, anche in questo caso la richiesta è stata inviata con pec del…. Inoltre negli ultimi mesi ho interrogato il Sindaco sui criteri di assegnazione dei buoni spesa durante l’emergenza da Covid 19 per controllare che gli aiuti siano andati a chi ne aveva effettivamente bisogno, risposta che il Primo Cittadino avrebbe dovuto darmi sia in forma scritta che verbale in consiglio comunale cosa che puntualmente ha omesso di fare così, come non ha risposto – prosegue ancora il consigliere IDD – alla mia interrogazione circa la disinfestazione del territorio per il contenimento sempre del Coronavirus un’azione importante che, soprattutto in questo periodo dove il comune si popola di turisti, è necessaria per far si che il nostro comune rimanga a contagi zero. Anche in questo caso non è arrivata nessuna risposta ne scritta, ne orale in consiglio. E’ un dovere del Sindaco ostentare la documentazione che un consigliere richiede così come è suo dovere rispondere alle interrogazioni che gli vengono formulate e non adempiere a questo dovere istituzionale oltre che giuridico, è cosa grave, infatti di questo comportamento ho provveduto ad informare tramite pec il signor Prefetto di Roma affinché intervenga per far sì che anche a Capranica Prenestina vengano rispettate le regole amministrative e si porti a conoscenza, tramite le varie richieste del sottoscritto, la popolazione dell’operato dell’amministrazione comunale che deve agire sempre in trasparenza come legge vuole. La risposta che il signor Sindaco mi ha dato in consiglio – va avanti ancora Spinelli – non posso prenderla in considerazione; a suo dire infatti le mancate risposte alle interrogazioni o la mancata consegna dei documenti richiesti non è figlia di voler nascondere qualcosa ma di una mancanza di tempo materiale per estrapolare i documenti o formulare una risposta scritta, questa dovuta al fatto che nel nostro comune non c’è la figura del segretario comunale di ruolo oltre al fatto che un dipendente è andato in pensione. Non è una scusante valida signor Sindaco lei ha il dovere di rispondere alle interrogazioni così come ha il dovere di farmi avere la documentazione richiesta e se non ha il tempo, lo trova. Inoltre sto ancora aspettando la correzione dei verbali di consiglio del 15 novembre 2019 che non sono stati ancora portati all’approvazione dell’assemblea consiliare in quanto redatti in modo errato ed incompleto ed anche questa è una mancanza grave. Questo comportamento rappresenta inoltre, a mio avviso, una mancanza di rispetto non tanto nei miei riguardi, ma nei confronti della popolazione di Capranica Prenestina, infatti – conclude Spinelli – io nelle mie funzioni di consigliere di minoranza rappresento non solo coloro che mi hanno votato, ma tutti i residenti del comune e snobbare me vuol dire non tenere in considerazione nemmeno i residenti del comune. Spero che in futuro il mio operato non venga di nuovo ostacolato dal comportamento poco corretto del Sindaco di Capranica Prenestina”.

Italia dei Diritti ufficio stampa provincia di Roma

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui