Advertisement

 

 

Advertisement

“Il referendum sul taglio dei parlamentari rappresenta una ferita per la nostra democrazia. Come si può pensare che riducendo la numerosità della rappresentanza si raggiungerà un miglioramento in termini di efficienza del lavoro dei due rami del Parlamento. Questa proposta ha radici nella nostra storia recente ed è stata avanzata sull’onda di una forma di antipolitica che mirava a delegittimare l’intera classe politica in nome di un rinnovamento delle idee che nei fatti non c’è mai stato. Vogliamo davvero togliere voce a parte dei territori che verrebbero danneggiati da questa decurtazione insensata dei loro portavoce e lasciare il nostro sistema democratico privo di garanzie di legittimità e costituzionalità per risparmiare pochi spiccioli? Dire no a questo referendum significa tutelare gli interessi dei cittadini e rifiutare becere logiche populiste”. Così ha dichiarato Giovanni Chiucchi, candidato capolista per Movimento per le Marche.

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteReferendum, Cesa (UdC): “Non cediamo al populismo e ai sondaggi”
Articolo successivoReferendum, Librandi (IV): “Riduzione parlamentari è volgare bandierina del M5S”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui