Lettera aperta di Silvia Bolzoni, CEO & Founder di Zeta Service, a tutti i collaboratori. Flessibilità e smart working, per conciliare impegni lavorativi e genitorialità

Il 14 settembre verrà ufficialmente inaugurato il nuovo anno scolastico, con migliaia di bambini e ragazzi torneranno sui banchi dopo oltre 6 lunghi mesi di assenza. Un anno che si preannuncia incerto, con lo spettro di possibili nuove quarantene per intere classi in caso di studenti o docenti positivi. Una premessa che rende per i loro genitori ancora più difficile riuscire a conciliare la vita lavorativa con gli impegni di genitore.

Per tranquillizzare tutti i suoi collaboratori, Silvia Bolzoni, CEO & Founder di Zeta Service, azienda che conta 8 sedi sul territorio nazionale e oltre 300 collaboratori, ha deciso di inviare una lettera aperta rivolta a tutti i genitori presenti in Zeta Service, per tranquillizzarli sull’avvio di politiche a loro sostegno, tra flessibilità orarie e smart working.

Cari genitori di Zeta Service,

è un Settembre di nuovi inizi tra timori e speranze per tutti, soprattutto per voi che dopo la brusca interruzione della quotidianità scolastica dei vostri figli, proprio in questi giorni avrete un nuovo “primo giorno” di scuola: qualcuno ritroverà i compagni e le maestre che ha lasciato a febbraio, qualcuno inizia il primo anno, del nido, della materna, delle elementari, delle medie, delle superiori…

Una ripresa tanto attesa che inevitabilmente, vista la situazione sanitaria, è anche fonte di incertezza e preoccupazione, soprattutto per i più piccoli.

In questi mesi siete stati messi a dura prova e do un grande valore allo sforzo che avete fatto per continuare a lavorare e ad esserci anche da casa tra le mille esigenze dei bambini, da quelli più piccoli a quelli un po’ più grandi.

Per questo, voglio che sappiate che, come sempre, anche in questo momento di preoccupazione e incertezza Zeta Service è al vostro fianco e vi sostiene. So che in questo momento ognuno di voi ha mille domande diverse in mente, per esempio “l’inserimento al nido è previsto per ottobre, come farò con il bimbo in questi giorni?”, “come farò con il lavoro quando la bambina sarà a casa spesso anche per un semplice raffreddore?”.

In questo momento come sapete, per accogliere le richieste di tutti i collaboratori e per maggiore sicurezza, abbiamo scelto di richiedere la presenza in ufficio per solo due giorni a settimana, ma so che per chi ha dei bambini in alcune circostanze potrà essere difficile anche così e so che qualcuno di voi è preoccupato per questi aspetti.

La mia risposta alla vostre preoccupazioni è: state tranquilli.

Da noi avrete sempre la massima comprensione, avete già dimostrato negli scorsi mesi una grande responsabilità nei confronti del nostro lavoro e per questo voglio rassicurarvi, ci saranno sicuramente nuove esigenze familiari da gestire ma come sempre ci organizzeremo per il benessere di tutti 😊

Abbiamo sempre detto di essere una famiglia e proprio come una famiglia agiremo, questa è sempre stata la nostra forza e lo sarà soprattutto nei prossimi mesi.

Un abbraccio, Silvia

Nella foto Silvia Bolzoni

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui