Advertisement

“La dichiarazione di votare no al referendum per il taglio dei parlamentari rilasciata da Giorgetti è la cartina tornasole di come all’interno della Lega regni una grande confusione. Questo è grave per un partito che da sempre ribadisce la volontà di voler guidare il Paese ma che non riesce a trovare un accordo su nulla. Evidentemente la Lega mette al primo posto i giochi di prestigio e rimane vaga tra la demagogia e l’irresistibile volontà di fare sciacallaggio mediatico a fine elettorale. E’ ovvio che al primo posto mette i voti e non gli italiani, così come ha sempre dichiarato. Mille volte meglio il realismo di Matteo Renzi che dice votate liberamente”. A dichiararlo è Gianfranco Librandi di Italia Viva.

Advertisement

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteRegionali Toscana, Rizzo (Partito Comunista): “Omessi due capolista, atto grave”
Articolo successivo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui