La maggiore associazione italiana della vendita a domicilio celebra il decimo anniversario. Dopo il lockdown sono ripresi gli inserimenti di nuovi venditori e si contano 30mila posizioni aperte. Il presidente Ciro Sinatra: «Orgogliosi di rappresentare da 10 anni un mondo che dimostra tutto il suo valore anche nei momenti di difficoltà ed è una risorsa per il nostro Paese»

1,587 miliardi di fatturato, 170mila persone che hanno scelto la professione di venditore e 4,8 milioni di famiglie che amano il modo più umano e personalizzato di fare acquisti. Sono i numeri di Univendita – Unione italiana vendita diretta, l’associazione di categoria nata il 16 settembre di dieci anni fa per riunire le imprese di eccellenza della vendita a domicilio.

«Dieci anni trascorsi nel segno della crescita – sottolinea il presidente di Univendita Ciro Sinatra – Non solo per fatturato, numero di aziende associate e dei loro venditori, ma anche e soprattutto per quanto riguarda l’impegno a mantenere elevati standard di qualità, professionalità ed etica nel nostro settore, nonché per il riconoscimento sempre più ampio che la vendita a domicilio ha acquisito, grazie al nostro lavoro, presso le istituzioni, il mercato e i consumatori. Il nostro anniversario, poi, cade in un momento del tutto particolare, in cui rappresentiamo, con orgoglio, un mondo che, pur nelle difficoltà dell’emergenza sanitaria, dimostra una resilienza straordinaria, confermandosi una risorsa per il Paese».

Storia e numeri – Nata nel 2010 per rappresentare l’eccellenza nel settore della vendita a domicilio, Univendita fa parte fin dall’inizio di Confcommercio-Imprese per l’Italia. Le aziende associate, con 1,587 miliardi di fatturato complessivo (2019), operano nei settori più diversi: beni durevoli per la casa (che valgono il 58,2% del fatturato), alimentari e beni di consumo (19,3%), cosmesi e cura del corpo (17,8%), altri beni e servizi (4,7%).

Negli anni la compagine associativa di Univendita è passata dalle 7 aziende fondatrici alle 18 attuali, che tutte insieme rappresentano il 46% del mercato della vendita a domicilio in Italia (mercato che nel complesso vale 3,6 miliardi di euro all’anno e dà lavoro a 520.000 addetti – Format Research 2017). Tutte si attengono al Codice Etico e alla Carta dei Valori incentrati su qualità, centralità della persona, innovazione, sviluppo, credibilità, etica e sostenibilità. Un impegno che vale a Univendita il riconoscimento del mondo istituzionale, accademico e imprenditoriale.

In occasione del decimo anniversario Univendita ha rinnovato il proprio sito web, www.univendita.it, che si pone come punto di riferimento non solo per gli addetti del settore, ma anche per tutti coloro che vogliono conoscere meglio il mondo della vendita a domicilio, le attività dell’associazione e le offerte di lavoro delle aziende aderenti. Nel giorno dell’anniversario, il 16 settembre, si terrà un evento a Fiesole (FI), dove nel rispetto delle norme anti-Covid si riuniranno i delegati delle aziende associate, con ospiti i vertici di Confcommercio Toscana.

Professione venditore – Il numero di venditori delle aziende di Univendita ha raggiunto quota 170.000; le donne sono l’83,6%, «Fortemente attratte – spiega Sinatra – dalla flessibilità e dall’autonomia organizzativa che la vendita a domicilio garantisce, e che rende possibile conciliare lavoro e impegni familiari». Per questi lavoratori la vendita a domicilio è un’occupazione stabile (il 59% la svolge da oltre 6 anni). Molti sono i giovani che la praticano (il 19,2% degli incaricati è under 35), ma è da sottolineare anche il ruolo anticiclico che la vendita a domicilio, a partire dalla crisi economica del 2009, ha svolto nei confronti dei cosiddetti “esodati”. «Un ruolo che si conferma cruciale anche in questo momento di crisi occupazionale – sottolinea Sinatra –. Con 30mila offerte di lavoro attive e programmi di formazione gratuita e qualificata, le aziende di Univendita danno la possibilità di intraprendere una professione sempre attuale, basata sulle competenze trasversali più richieste: autoimprenditorialità, propensione al cambiamento, capacità relazionali».

 

Univendita (www.univendita.it) Qualità, innovazione, servizio al cliente, elevati standard etici. Sono queste le parole d’ordine di Univendita, la maggiore associazione del settore che riunisce l’eccellenza della vendita diretta a domicilio. All’associazione aderiscono: AMC Italia, Avon, Bimby (divisione di Vorwerk Italia), bofrost* Italia, CartOrange, Conte Ottavio Piccolomini, Dalmesse Italia, DES, Fi.Ma.Stars, Folletto (divisione di Vorwerk Italia), Just Italia, Nuove Idee, Ringana Italia, Starline, Tupperware Italia, Uniquepels Alta Cosmesi, Vast & Fast, Witt Italia, che danno vita a una realtà che mira a riunire l’eccellenza delle imprese di vendita diretta a domicilio con l’obiettivo di rafforzare la credibilità e la reputazione del settore tra i consumatori e verso le istituzioni. Univendita, che aderisce a Confcommercio, rappresenta il 46% del valore dell’intero comparto della vendita diretta in Italia (fonte: Format Research, marzo 2017).

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui