ROMA, 16 SETTEMBRE 2020 – “Il discorso della presidente Von der Leyen, all’Eurocamera, segna una svolta. E in discontinuità col passato interviene contemplando anche tante delle battaglie storiche del MoVimento 5 Stelle dall’economia circolare, alle politiche sull’ambiente, dal salario minimo alla digitalizzazione, passando attraverso sostegni economici ai cittadini più fragili”. Lo afferma in una nota il sottosegretario per i Rapporti col Parlamento, Gianluca Castaldi (M5S).

“Dieci anni fa sarebbe stato semplicemente impensabile – prosegue -. Qualcosa finalmente sta cambiando in Europa: non più austerity, ma misure di protezione sociale, come il salario minimo europeo, per ridurre le disuguaglianze sociale, abbattere il dumping salariale, che falsa la concorrenza nel mercato, in Italia e nell’Eurozona, e incentiva solo la delocalizzazione dei processi produttivi in quei paesi dove la manodopera costa meno”.

“Definire sul piano sovranazionale una disciplina comune sul salario minimo, significa armonizzare le legislazioni interne – osserva Castaldi –  inducendo, ciascuno Stato membro ad adeguarsi”. “Oggi l’Europa ci chiede un’accelerazione significativa: adottare nel più breve tempo possibile una legge sul salario minimo significa, anche, porre un argine alla crisi innescata dalla pandemia”, conclude il sottosegretario per i Rapporti col Parlamento.

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui