L’esistenza si sta progressivamente complicando tanto da poter ipotizzare che il contesto fisiologico umano non possa più reggere, non dico fra centinaia di anni, ma abbastanza presto. Il vivere quotidiano è condizionato da un sempre maggior numero di regole e convenzioni sociali che, pur essendo sicuramente  imprescindibili nei vari contesti, pena confusione ed illegalità diffusa, stanno togliendo però serenità, gioia di vivere, ma anche il pane.

Oggi non c’è più voglia di ridere, la gente per strada sembra assente, immersa nei pensieri riconducibili ai soldi che non ci sono, alle rate che deve pagare in quanto indotta da pubblicità fasulle (il mercato delle auto è una di queste), i genitori faticano non poco a seguire i figli malgrado la…denatalità in contino aumento,  gli ospedali sembrano produrre “lavoro” più che assistere coloro i quali ne hanno necessità, salvo che tu non sia un..Berlusconi, gli alimenti non sono più sani ed il clima ci sta avvelenando tutti gradualmente ma progressivamente, ecc.ecc.,  tutto ciò sta arrivando ad una saturazione tale da non poter più essere gestita da quell’ordine biologico-fisiologico che sta alla base delle stesse nostre funzioni vitali. Dalle patologie psico-somatiche infatti, in continuo aumento specie a seguito del terrorismo mediatico fatto in tv da certi “soloni” della scienza medica, si arriva facilmente alle malattie organiche che colpiscono maggiormente chi si trova in condizioni precarie, soprattutto culturali. In Italia, forse sono in pochi a saperlo, ma in tante città, non escluso la mia,  c’è un boom di disabilità mentali…anche per le motivazioni prima citate.

Fino a ieri sembrava impossibile scucire un solo euro da parte dei governi. Oggi, con la paura del Covid-19, vengono messi in circolazione miliardi e miliardi di euro  come se fossero noccioline, somme che, se ben utilizzate, potrebbero rivoltare l’Italia come se fosse un calzino (mi scuso con il sig. Berlusconi se mi son permesso di prendere a mutuo una sua frase, peraltro senza che detto ex primo-ministro sia riuscito a rivoltare detto calzino) per darle una sistemata sotto l’aspetto economico-finanziario tanto da venir potenzialmente annoverata fra i paesi più ricchi e felici.

Ma voi credete che ciò sarà possibile ? Ho i miei dubbi per varie ragioni. In primis, per il contenzioso in seno alla stessa maggioranza, non solo per via del MES, che  sta lacerando sul nascere le iniziative in tal senso, a cui si aggiunge una politica di opposizione che, fingendo di non tener conto delle inimmaginabili potenzialità offerte da tanti miliardi in arrivo grazie a Giuseppe Conte in particolare, sta remando contro questo governo, infischiandosene del tutto dei risvolti positivi, oserei dire unici, che detta fortuna finanziaria, potrebbe avere per sessanta milioni di Italiani.

Se questo dovesse davvero accadere saremmo tutti dei masochisti, a cui assegnare un guinness all’imbecillità.  E mi fermo qui, ad evitare di elencare nome e cognome degli esponenti di tanta “minchionica stoltezza”.

Arnaldo De Porti

Belluno-Feltre

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui