Le Italian Baseball Series giungono alla loro resa dei conti sul campo di Serravalle (San Marino) all’inizio della prossima settimana. Lunedì 28 settembre alle ore 20 (diretta su FIBSTV.comSan Marino Baseball UnipolSai Bologna daranno vita a gara 6, con la squadra bolognese che si trova in vantaggio nella serie per 3-2 e che ha la prima opportunità di portare a casa il terzo Scudetto consecutivo, il tredicesimo della sua storia. San Marino proverà a mandare la serie a gara 7, che si giocherebbe mercoledì 30 settembre, sempre a Serravalle e in diretta su FIBSTV.com, ma con la UnipolSai Bologna a giocare da “home team”.

Riguardo gara 6 a San Marino, l’incasso al botteghino sarà interamente devoluto all’ISS, Istituto per la Sicurezza Sociale di San Marino. Il ricavato sarà destinato ai progetti e agli interventi che l’ISS ha avviato e sta finanziando per l’emergenza Covid-19.

Una intera settimana è stata necessaria per trascinare la finale scudetto nella sua fase intermedia. Dopo due giorni di rinvii a causa del maltempo e dell’impraticabilità del campo, San Marino ha preso il comando della serie in gara 3, nonostante l’infortunio di Markus Solbach. La situazione infermeria per i sammarinesi è peggiorata nella gara successiva con la defezione dell’altro partente Ricardo Hernandez, mentre Bologna, con un Murilo Gouvea Brolo stellare, ha pareggiato i conti. Gara 5, tormentata dalla pioggia e giocata tra venerdì e sabato, ha racchiuso emozioni a non finire tra fughe, rimonte, polemiche e infortuni. La UnipolSai Bologna si è imposta col punteggio di 11-8, segnando tre punti nelle ultime riprese giocate dopo l’interruzione per pioggia di venerdì.

La Fortitudo Bologna si è procurata così il suo primo match point e potrà puntare su Claudio Scotti (probabile partente di gara 6), un Elian Leyva fresco e su un Murilo Gouvea che scalpita dopo la performance di gara 4. L’attacco ha una resa complessiva meno efficace rispetto al San Marino (.319 media arrivi in base per San Marino, rispetto al .286 del Bologna), ma è riuscita a distribuire 18 punti nelle due gare riservate al pitcher di formazione italiana e, oltre a Ray-Patrick Didder (.353 di media nella serie), ha trovato il contributo di Loardi Bertossi nella cruciale gara 5. I felsinei dovranno sopperire all’assenza di Lorenzo Dobboletta, infortunatosi durante il diluvio di venerdì, dovranno riorganizzare il proprio assetto, ma ripartiranno con l’entusiasmo di un gruppo consapevole di aver recuperato da una situazione molto complicata. San Marino non aveva mai perso due partite consecutive in questa stagione e non potrà permettere di perdere una terza volta se vuole sperare di conquistare il titolo. Il percorso è in salita, non solo per lo svantaggio nella serie, ma anche per l’assenza di due lanciatori importanti come Solbach e Hernandez. La formazione di Mario Chiarini ripartirà con tutta probabilità dal duo Baez-Kourtis con il trio di lanciatori italiani pronto a sostenere la causa. I sammarinesi hanno dimostrato nell’arco di tutta la serie di avere un lineup in grado di cambiare la partita molto rapidamente. I colpi di Giovanni Garbella in gara 1, quello di Maikel Caseres (miglior battitore della serie sinora con una media di .368 e 8 punti battuti a casa) in gara 5 e il primo fuoricampo della serie di Mattia Reginato, sempre in gara 5, sono la dimostrazione e l’attacco dovrà mantenere un rendimento importante per dare tranquillità e sicurezza alla propria difesa.

Questa finale Scudetto infinita, dai tanti risvolti e colpi di scena, segna anche il ritorno di una gara 6 nelle Italian Baseball Series a 4 anni di distanza dall’ultima tra Rimini e Bologna che ha regalato il primo di 3 titoli negli ultimi 4 anni alla Fortitudo. Anche San Marino ha discreti ricordi nelle passate gare 6. Nel 2011, il successo in gara 6 contro Nettuno ha tenuto in vita San Marino che poi vinse la “bella”, mentre nel 2012 la vittoria alla sesta gara chiuse i conti contro Rimini. L’unico precedente in gara 6 tra le due finaliste di quest’anno è avvenuto nel 2005 quando, nella prima di due gare giocate nello stesso giorno e a conclusione di una serie martoriata dal meteo, Bologna ha vinto per riequilibrare la serie e poi nella settima gara ha conquistato il titolo. E a proposito di ricorsi storici, nelle serie scudetto al meglio delle 7 partite e in una situazione di 2-2 nella serie, i vincitori di gara 5 hanno conquistato lo Scudetto 4 volte su 10.

Insomma, il discorso è ancora aperto. Spettacolo ed emozioni ci aspettano ancora in questa storia infinita, chiamata Italian Baseball Series 2020. Si riparte domani, lunedì 28 settembre, dal campo di Serravalle, con diretta su FIBSTV.com dalle ore 19:30 per il pregame e dalle ore 20 con gara 6.

CALENDARIO ITALIAN BASEBALL SERIES 2020

FIBSTV

LINK AL PLAY-BY-PLAY

STATISTICHE

LE PHOTOGALLERY

di Kevin Senatore

Italian Baseball Series: al via la serie tra San Marino e UnipolSai Fortitudo Bologna

Tre fuoricampo ed uno strepitoso Markus Solbach regalano gara uno al San Marino

La UnipolSai Fortitudo Bologna risponde e pareggia la serie trascinata dalle valide di Didder

Italian Baseball Series: tre giorni, tre sfide decisive per la corsa allo Scudetto

Il San Marino supera gli ostacoli e torna avanti nella serie

L’UnipolSai Fortitudo Bologna forza gara sei grazie alle prestazioni di Murilo Gouvea e Randolph Oduber

Il maltempo costringe alla sospensione una folle gara cinque

Le parole dei protagonisti dopo gara5 delle IBS 2020

Baseball e softball alla Settimana Europea dello Sport 2020

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui