Roma, 28 set – “Le notizie che giungono dal Caucaso sono drammatiche. La riesplosione del conflitto tra Armenia e Azerbaigian ha già causato oltre cento morti in 48 ore: decine di giovanissimi combattenti di entrambi gli schieramenti e civili innocenti uccisi nel corso di bombardamenti incrociati sui villaggi di confine. Ogni ora che passa aumentano i rischi di un’escalation da scontro di frontiera a guerra totale, con l’impiego di aviazione e missili a lunga gittata e il coinvolgimento dei centri abitati maggiori e delle infrastrutture civili. Una tragedia che rischierebbe di destabilizzare in modo imprevedibile gli equilibri internazionali e che va scongiurata in ogni modo. Ci auguriamo che i pressanti appelli internazionali per un immediato cessate il fuoco vengano accolti prima che sia troppo tardi e che si torni a un vero e costruttivo dialogo tra le parti per trovare una soluzione politica della questione del Nagorno-Karabakh”.
Lo dichiarano i senatori del Movimento 5 Stelle della Commissione Esteri di Palazzo Madama.

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui