Advertisement

 

Si è tenuta ieri, 30 settembre, la Seduta Consiliare (già convocata in prima convocazione e andata deserta: avevano risposto all’appello solo 5 consiglieri).

Advertisement

I punti all’ordine del giorno sono stati:

° Imposta Municipale Propria (IMU) – approvazione delle aliquote per l’Anno 2020;

° Modifica al Regolamento dell’Imposta Comunale Propria (IMU);

° Riconoscimento debiti fuori bilancio derivanti da: sentenze esecutive emesse dal Giudice di Pace; sentenza della Commissione Tributaria Provinciale di Taranto; atto di precetto;

° Sostituzione componenti nelle Commissioni Consiliari permanenti;

° Variazione al Bilancio di Previsione 2020/2022. Applicazione dell’Avanzo di Amministrazione accertato sulla base del Rendiconto dell’Esercizio 2019.

  Il sindaco Fabrizio Quarto ha relazionato sul punto inerente alla variazione di bilancio di previsione, presentando un emendamento con il quale ha proposto di applicare l’avanzo di amministrazione per modificare l’aliquota IMU dei terreni agricoli (non esenti) che passa dal 7,6 per mille al 7,00 per mille al fine di venire incontro ai detentori dei terreni agricoli che hanno subito ingenti danni a seguito degli eventi atmosferici dello scorso 4 luglio. La riduzione di gettito viene stimata in 60.000 euro. Castiglia, intervenendo sul punto, ha parlato di “sconto irrisorio” per gli agricoltori, mentre il consigliere Masi ha sottolineato come tale provvedimento sia un primo intervento a favore degli stessi mentre la Regione sta destinando fondi al settore. Termite ha affermato, anche a nome dei consiglieri Pistoia, Luccarelli, e Ciaurro che, non avendo ricevuto alcuna “considerazione” nella determinazione dei punti da inserire nella proposta di delibera in discussione, con applicazione dell’avanzo di amministrazione, avrebbero espresso un voto di astensione, pur favorevoli alle agevolazioni in favore degli agricoltori. Il consigliere Cardillo ha sostenuto che la massima assise cittadina non è più luogo di “decisione condivisa” con un’opposizione tagliata fuori dalla formazione degli atti. Cardillo ha inoltre dichiarato la sua contrarietà all’emendamento, considerato neanche come “palliativo” per gli agricoltori. Gentile ha parlato di “merito irrisorio” e della necessità di una presa d’atto di una debolezza politica della maggioranza. L’assessore al bilancio Zanframundo ha chiarito modalità e utilità del provvedimento per i beneficiari, mentre Vito Masi si è soffermato tecnicamente su termini di scadenza delle istruttorie regionali inerenti alle calamità naturali.  Infine la variazione è stata approvata con 10 voti favorevoli, 3 contrari e 5 astenuti.

Le aliquote IMU 2020 (TASI+IMU) mantengono gettito e tributo invariato (aliquote IMU 2019 maggiorate della solo quota TASI 2019). Per quanto riguarda la modifica al regolamento IMU 2020, questa prevede l’assimilazione all’abitazione principale (esente da IMU) per l’unità immobiliare posseduta da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa abitazione non risulti locata. Approvati i vari riconoscimenti di debiti fuori bilancio iscritti all’ordine del giorno e deliberata favorevolmente la rimodulazione e sostituzione dei componenti nelle commissioni consiliari permanenti.

Al termine della seduta c’è stato spazio per le interrogazioni e interpellanze. Il consigliere Viesti ha chiesto notizie circa l’inizio dell’anno scolastico dal punto di vista dell’edilizia. L’assessore Zanframundo, delegato all’Edilizia Scolastica, si è particolarmente soffermato sugli interventi radicali effettuati presso il plesso in via Nuova “S. Giovanni Bosco”, rigenerandolo completamente, anche secondo il metodo “Montessori”.

Inoltre, ha continuato Zanframundo, è stata destinata un’area parcheggio breve per coloro che accompagnano i figli in auto. Continuando l’analisi degli interventi, l’assessore ha parlato della messa a norma del plesso “Niccolò Andria” con abbattimento delle barriere architettoniche, mentre per la scuola “Pinocchio” a breve avranno inizio importanti lavori per circa 250 mila euro. Sono state previste la chiusura delle strade in fasce orarie legate all’ingresso e all’uscita da scuola.

Ultimo punto toccato è stato quello del reperimento di nuovi locali per evitare doppi turni e migliorare la sistemazione logistica. Il sindaco Quarto è intervenuto sempre sullo stesso argomento ricordando come tra breve sarà completata la ristrutturazione dell’edificio scolastico “E. De Amicis” e ha sottolineato l’importanza di aver riportato gli studenti nel plesso scolastico all’ombra del Santuario di Gesù Bambino, dove sarà installata una rete di videosorveglianza.

Quarto ha ricordato i 10.000 euro concessi ai tre istituti comprensivi per esigenze Covid-19 e si è dichiarato soddisfatto per il lavoro svolto.

Quarto ha continuato parlando di lavori pubblici e precisamente dell’avvio, nella prossima settimana, degli interventi allo Stadio Italia e del rifacimento dei marciapiedi in via Crispiano.

Al consigliere Termite, che aveva chiesto informazioni circa l’asfalto in via Rossini e il Mercato Settimanale, il sindaco ha evidenziato le ragioni del ritardo per l’asfalto (contestata la consistenza della scarificazione e i poco soddisfacenti “provini”), mentre, per quanto riguarda il mercato, le problematiche in fase di risoluzione con il controllo delle postazioni sono due: graduatorie e commercianti non in regola con la Tosap.

Infine Domenico Putignano ha espresso soddisfazione per il “cantiere aperto Massafra” e dell’avvio, a norma di legge, del Trasporto Scolastico.

Nella foto un momento di una precedente Seduta Consiliare.

(Nino Bellinvia

Advertisement
Articolo precedente25 nuovi istruttori MGA per la Polizia Penitenziaria
Articolo successivoÈ italiano lo scienziato che ha scoperto la cura contro il Coronavirus

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui