AL VOSTRO SERVIZIO PER UN’AVVOCATURA MIGLIORE

A cura degli Avv. Roberto Nicodemi e Giorgia Celletti
Buongiorno colleghi,😍😍
come è nostra consuetudine, Vi rendiamo edotti sull’attività da noi svolta avanti al COA Roma.
Il nostro impegno è diretto a rappresentare le tante criticità che ci troviamo ad affrontare nel lavoro quotidiano, dalla cui risoluzione dipende il futuro lavorativo di molti di noi.
Noi, quali rappresentanti istituzionali della categoria, dobbiamo adoperarci per  cercare di risolvere le problematiche che ognuno di voi affronta nello svolgimento dell’attività professionale, attraverso iniziative concrete,  tendenti a stimolare i provvedimenti opportuni da parte degli organi istituzionali competenti.
Pertanto, nell’adunanza del 24 settembre, abbiamo portato in adunanza la seguenti comunicazioni,  che hanno avuto il seguente riscontro :
CONSIGLIERI CELLETTI E NICODEMI
1.       I Consiglieri Celletti e Nicodemi, ricordando la loro comunicazione del 10 settembre 2020 relativa al Tribunale Civile di Roma, sezione lavoro, giudice dr Tizzano, chiedono al Consiglio se il consigliere delegato ha fatto pervenire eventuali informazioni.
Il Consiglio rinvia l’esame a quando sarà presente il Consigliere Bolognesi, competente per materia ed all’uopo delegato dal Consiglio.

2.  I Consiglieri Celletti e Nicodemi, facendo seguito alla precedente comunicazione del 3 settembre u.s. sull’Ufficio Successioni del Tribunale di Roma, rinnovano la richiesta di intervento da parte del COA ROMA. Evidenziano che nell’adunanza del 3 settembre il Consiglio si era limitato a prendere atto della problematica ma non risultano provvedimenti a riguardo.
Il Consiglio invita i Consiglieri proponenti ed i Consiglieri Galeani e Voltaggio ad occuparsi direttamente della questione all’uopo delegandoli.
.  ( COMUNICAZIONE PORTATA ALL’ADUNANZA DEL 1 OTTOBRE 2020: I Consiglieri Celletti e Nicodemi comunicano che, in ottemperanza alla delega ricevuta dal Consiglio in data 24 settembre 2020 e comunicata dalla segreteria il 25 settembre u.s., per approfondire le problematiche relative al funzionamento dell’ufficio successioni del Tribunale di Roma, hanno incontrato  -il 25 settembre 2020– il dr Luigi ARGAN, Presidente dell’ottava sezione del Tribunale, ed il direttore della Cancelleria successioni, dr Conti. Nel corso dei colloqui, sono emerse molteplici criticità legate alla peculiarità del servizio svolto dall’Ufficio successioni, alla numerosa utenza ed alla necessità di avere maggiori risorse umane per l’ufficio. Sebbene dal 21 settembre siano stati assegnati altri due dipendenti al suddetto ufficio (1 funzionario part time per 2 giorni a settimana e 1 cancelliere con problemi di salute che ne limitano fortemente l’impegno lavorativo), l’attuale numero dei dipendenti, considerata anche la precedente pianta organica, costituita da 1 funzionario e 2 assistenti, non permette di far fronte alle numerose richieste dell’utenza. Tanto è vero che attualmente gli appuntamenti vengono fissati per la seconda settimana del mese di luglio 2021.    I Consiglieri Nicodemi e Celletti ritengono che il Consiglio debba inviare una nota formale agli organi istituzionali per aumentare il numero dei dipendenti presso l’Ufficio e valutare l’opportunità di prevedere l’assegnazione di due dipendenti del Consiglio. Questi ultimi dovranno essere selezionati previa verifica di opportune conoscenze .)

3.  I Consiglieri Celletti e Nicodemi, su sollecitazione di alcuni colleghi,  fanno presente che al TRIBUNALE CIVILE DI ROMA, nella fascia pomeridiana, sono fissate le udienze ma non sono aperte le cancellerie. I consiglieri Nicodemi e Celletti chiedono al Consiglio di proporre agli organi istituzionali competenti l’apertura nel pomeriggio ( 13,30 – 17,30) di almeno un presidio che permetta agli avvocati di recarsi un’unica volta presso l’ufficio giudiziario per le udienze e per il deposito di documentazione in cancelleria.
Il Consiglio dispone in conformità, delegando le cariche istituzionali a riferire al Presidente Vicario del Tribunale alla prossima occasione utile.

4. I Consiglieri Celletti e Nicodemi, facendo seguito alla precedente comunicazione del 10 settembre u.s. sulla difficoltà per i colleghi di accedere alla Corte di Cassazione, considerato che il servizio sembra ad esclusivo appannaggio delle agenzie di servizi, rinnovano la richiesta di intervento da parte del COA ROMA.
Il Consigliere Minghelli si associa e ritiene che sia ora di ricordare che gli Avvocati non hanno un particolare piacere a venire in Cassazione e che se lo fanno ne sono necessitati; ciò perché gli Avvocati devono ritornare ad essere considerati dalla categorie di utenti a quella di operatori del diritto e dunque hanno il pieno diritto a stare in Cassazione.
Il Consiglio delibera di chiedere di distinguere un canale riservato alle Agenzie da quello degli Avvocati, delegando il Consigliere Pontecorvo a redigere una nota scritta che il Presidente dell’Ordine sottoporrà al Primo Presidente.

5.  I Consiglieri Celletti e Nicodemi, considerata la comunicazione del consigliere Tesoriere del 10 settembre u.s., sull’assemblea per il bilancio preventivo 2021, e la comunicazione del consigliere Pontecorvo – sull’organizzazione delle cerimonie per la premiazione dei colleghi che hanno raggiunto i 25\50\60 e 70 anni di professione, invitano il Consiglio a considerare l’attuale normativa emergenziale ed il suo possibile prolungamento.
Il Consiglio precisa che la cerimonia si svolgerà solo laddove consentito ed in spazi idonei.
6.       Il consigliere Nicodemi comunica che , in ottemperanza alla delega ricevuta dal Consiglio in data 3 settembre 2020, ricevuta dalla segreteria il 4 settembre u.s., ha interloquito con il funzionario responsabile dell’Ufficio copie del Tribunale di Roma per implementare il servizio relativo al rilascio copie. L’incarico, assunto e svolto congiuntamente al consigliere Voltaggio, ha determinato l’incontro, avvenuto lunedì 7 settembre 2020, con il dr. Guerriero Luigi. Nel corso del colloquio sono state rappresentate le numerose lamentele dei colleghi, che non riescono ad ottenere in tempi ragionevoli le copie dei documenti necessari a svolgere gli incarichi assunti. Il funzionario ha evidenziato che il notevole lasso di tempo necessario per il rilascio di copie ordinarie è legato alla carenza di personale nell’ufficio. Attualmente sono in servizio 5 impiegati, di cui 2 esentati dal servizio sportello. Le richieste copie che pervengono giornalmente alla mail copiesentenzecivili.tribunle.roma@giustiziacert.it sono circa 120\150. Considerato che le copie urgenti debbono essere rilasciate entro 2 giorni lavorativi, per far fronte alle richieste ordinarie occorrono quasi 21 giorni. I consiglieri delegati hanno proposto al funzionario di supportare l’ufficio copie del Tribunale, per un periodo limitato e sino allo smaltimento dell’arretrato, di  personale del COA ROMA. Il funzionario ha espresso la sua disponibilità, salvi i passaggi burocratici necessari nel rapporto Tribunale\COA ROMA.  Il consigliere Nicodemi, considerata la comunicazione del consigliere tesoriere del 17 settembre 2020, ritiene che l’impegno profuso congiuntamente al consigliere Voltaggio abbia contributo al miglioramento del funzionamento dell’ufficio copie del tribunale di Roma. I consiglieri Nicodemi e Voltaggio rimangono a disposizione del Consiglio.
Il Consiglio delega gli stessi Consiglieri a valutare la predisposizione del testo di un protocollo d’intesa da sottoporre al Consiglio e poi alla firma del Presidente.
7.       I Consiglieri Celletti e Nicodemi, su sollecitazione di alcuni colleghi,  fanno presente che a seguito della normativa emergenziale è stato determinato l’obbligo del pagamento del contributo unificato telematicamente, ma che molti colleghi, non conoscendo la novità legislativa, hanno acquistato i contributi cartacei. Contributi che non sono stati accettati dalle cancellerie.
Considerato quanto sopra i consiglieri Celletti e Nicodemi chiedono che il COA ROMA si faccia promotore di iniziative utili a permettere ai colleghi che erroneamente hanno acquistato i contributi cartacei di utilizzarli negli uffici giudiziari romani.
Il Consiglio delega i Consiglieri Nicodemi e Celletti a proporre una nota scritta per il Ministero da sottoporre alla firma del Presidente. Delibera immediatamente esecutiva.

8.       I Consiglieri Celletti e Nicodemi, su sollecitazione di alcuni colleghi,  fanno presente che attualmente la cassa notifiche atti esenti, presso l’ufficio UNEP, non prevede una fila dedicata agli avvocati e , pertanto, tale situazione determina un controllo  totale delle file da parte delle agenzie tale da rendere complicato l’utilizzo del servizio per molti colleghi oltre gli oneri economici ulteriori per tutta la categoria. La problematica non investe solo questo ufficio ma anche di molti altri uffici giudiziari ( vedi Suprema Corte di Cassazione e Giudice di Pace) I consiglieri Celletti e Nicodemi chiedono che vengano previste per ogni ufficio due file, una per gli avvocati e l’altra per le agenzie e gli altri utenti.
Il Consigliere Tesoriere precisa che già esiste la fila per gli Avvocati per l’accettazione degli atti in notifica.
Il Consigliere Nicodemi chiede che vengano previste per ogni ufficio due file, una per gli avvocati e l’altra per le agenzie e gli altri utenti.
Il Consiglio delibera di comunicare tale proposta al referente UNEP ed Presidente Vicario del Tribunale in occasione delle periodiche interlocuzioni.

Sicuri di svolgere con serietà ed impegno l’incarico da voi affidatoci, rimaniamo a vostra disposizione per ogni ulteriore chiarimento, anche telefonicamente  al numero 3286928765,
Con l’impegno di sempre.
I CONSIGLIERI COA ROMA
Avv. Roberto NICODEMI e Avv. Giorgia CELLETTI

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui