Advertisement

 

In merito alla notizia diffusa a mezzo stampa relativa a due casi Covid tra i lavoratori impiegati presso il cantiere del viadotto Ritiro, il Presidente del Consorzio Autostrade Siciliane, avv. Francesco Restuccia, sentiti i responsabili della società appaltatrice, Toto S.p.A. Costruzioni Generali, precisa che nella giornata di ieri, venerdì 9 ottobre 2020, a titolo precauzionale alcuni impiegati del cantiere si sono sottoposti volontariamente a tampone presso il laboratorio Emmi di Taormina. Dagli esami effettuai due dipendenti, che svolgono attività amministrativa in stanze singole nei container predisposti ad uffici, sono risultati positivi al COVID 19. I due impiegati sono stati immediatamente avviati alla quarantena e il laboratorio ha provveduto, come da protocollo, a segnalarli all’ASP competente.

Advertisement

Nonostante al momento non siano identificabili rapporti stretti e diretti con altro personale del cantiere, a seguito di quanto sopra e in ottemperanza alle prescrizioni previste, è già stata predisposta una sanificazione straordinaria degli uffici e tutto il personale sarà sottoposto a tampone.

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteCoronavirus, Librandi (IV): “La circolare di Gabrielli è un invito alla responsabilità per chi scende in piazza”
Articolo successivoCATANIA: DAL 1999 LA METROPOLITANA RESTA UNA BARRIERA ARCHITETTONICA ILLEGALE GRAZIE ANCHE AL SILENZIO DELLE ISTITUZIONI PUBBLICHE!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui