Il calcio è malato? Con questo quesito voglio cominciare il mio articolo.

Innanzitutto voglio ringraziare il Direttore, Salvatore Viglia, per l’occasione concessami di scrivere sul Suo giornale.

Il 14 ottobre 2020, è stato decretato il 3-0 a tavolino per la FC Juventus contro la SSC Napoli.

I fatti: il 4 ottobre 2020, si sarebbe dovuta giocare allo Juventus Stadium la partita, valevole per la terza giornata del campionato italiano di Serie A, Juventus – Napoli. Appunto „si sarebbe dovuta giocare…“ ma non è stato possibile perchè l’ASL di Napoli ha bloccato la squadra in quanto il tesserato della SSC Napoli, Piotr Zielinski, risulta positivo (2 giorni prima) al CoVid-19 (va detto che la domenica la SSC Napoli ha giocato contro il CFC Genoa, che si è rivelato un vero e proprio focolaio con 22 positivi nei giorni dopo la partita del San Paolo). Squadra in quarantena fiduciaria e partenza vietata per Torino.

Sgomento a Napoli ma il senso civico prevale (d’altronde è da marzo che la politica ci costringe a distanziamento sociale, a portare la mascherina e a rimanere a casa (in quarantena) in caso di positività). La Juventus e la Lega cosa fanno? Ci si aspetta da una così gloriosa società la solidarietà totale e da parte della Lega il rinvio della partita ed invece? La Juventus in un comunicato fa sapere che sarà allo Juventus Stadium (e così fa con una delle migliori sceneggiate da quando esiste il cinema!) la Lega bacchetta il Napoli per non essere partito. Si parla già di un 3-0 a tavolino, ed oltre al danno anche la beffa, 1 punto di penalizzazione in classifica per la SSC Napoli (la Lega invoca il protocollo).

Il giudice sportivo, che normalente comunica le proprie decisioni il martedì dopo le partite del fine settimana, prende una settimana di tempo perchè la questione è delicata e senza precedenti. Non si capisce il perchè di questo tempo visto che, secondo me, era chiaro già dal 4 ottobre ore 20.45 che avrebbero punito il Napoli.

Decisione arrivata nel tardo pomeriggio del 14 ottobre con la vittoria (ovvia) per 3-0 a tavolino della Juventus ed anche il punto di penalizzazione per il Napoli!

Euforia negli ambienti juventini (per loro è giusto così perchè è stato il Napoli a sbagliare) a detta del loro Presidente LORO rispettano le regole. Il Napoli no!

Siamo in piena pandemia e si punisce una squadra che non ha voluto rischiare di contagiare altre persone, ma noi non rispettiamo le regole (immaginate cosa sarebbe successo se si fosse giocato e dopo 2 o 3 giorni qualche tesserato bianconero sarebbe risultato positivo al CoVid-19, apriti cielo) giusto così, giusto punire il Napoli!!!

Fatto sta che se la giustizia sportiva sbaglia, quella divina ci mette lo zampino, e cominciando da Ronaldo all’americano, qualche positivo lo stanno avendo anche i zebrati di Torino!

Torniamo alla sentenza. Io e tanti altri tifosi (del Napoli e non) credono sempre meno nel calcio italiano. Dietro c’è un sistema marcio che controlla tutto e tutti e fa il bello ed il cattivo tempo.

Inutile stare a fremere e sperare che qualcosa cambi… anche quest’anno (e siamo appena alla terza giornata) il campionato prende la piega che vogliono loro… la strada verso il decimo… ma… fino al confine!!!

Ed il Napoli? Beh dopo questo sfregio rischiamo seriamente un campionato anonimo con tanti „strani“ intoppi.

Spero vivamente che la Juventus venga fermata dalla ASL di Torino durante il campionato e che le verrà impedito di partire per qualche trasferta. Vedremo cosa si inventeranno alla Lega per far ripetere la partita e non dare il 3-0 a tavolino CONTRO madama Juve!!!

Io dal mio canto ho perso ogni fiducia verso la Lega e la giustizia sportiva italiana.

Grazie a loro e la Juventus mi stanno facendo odiare quello che per 40 anni è stato il mio sport preferito. È la risposta al mio titolo? SÌ, il calcio è malato… molto malato!!!

Rossano Tene

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui