GDP ROMA: LO STATO DELL’ARTE

A cura degli Avv. Roberto Nicodemi e Giorgia Celletti

Cari colleghi,
in data 26 ottobre u.s. si è tenuta la prima riunione del Tavolo tecnico istituito per l’Ufficio del Giudice di Pace di Roma.
Nel corso dell’incontro, che ha visto la partecipazione del COA ROMA, attraverso il consigliere delegato, si sono affrontate varie questioni.
Visto che siamo stati coloro che maggiormente si sono interessati alle criticità del suddetto ufficio, riteniamo giusto riportarvi le determinazioni prese.
Le riporteremo cercando di differenziare i vari punti in maniera sintetica e chiara, come da elenco che segue:
MANCATA COMUNICAZIONE DEI RINVII D’UFFICIO: i dirigenti dell’ufficio sono stati invitati a favorire la comunicazione dei rinvii d’ufficio ai procuratori costituiti ed a comunicarli anche al COA Roma per la loro divulgazione;
FISSAZIONE UDIENZE GIUDIZI OSA: sono emerse solo le criticità legate ai ruoli di giudici andati in pensione o deceduti. Non ci risulta che la eccessiva ritardata fissazione delle prime comparizioni nei procedimenti aventi ad oggetti le sanzioni amministrative  sia unicamente collegata ai ruoli dei giudici andati in pensione o deceduti. Comunque, speriamo che questa problematica venga velocemente risolta.
RINVII PER POSITIVITA’ AL COVID O RAGIONI DI SALUTE: sarà possibile inviare una mail per chiedere un rinvio per ragioni di salute alla mail relazioni.gdp.roma@giustizia.it;
PUBBLICAZIONI SENTENZE E DECRETI INGIUNTIVI: nella riunione è emerso che non risultano arretrati. E’ comunque possibile per i colleghi segnalare ritardi ed anomalie, indicando ruolo e giudice;
UDIENZE MATTINA E POMERIGGIO: SI TERRANNO SICURAMENTE FINO AL 31 DICEMBRE 2020;
SMART WORKING CANCELLERIE: il dirigente amministrativo ha riferito che il lavoro agile sarà autorizzato – auspicabilmente – per un solo giorno a settimana;
INDIRIZZI PEC CANCELLERIE: il COA ha rinnovato la disponibilità a fornire 6 indirizzi PEC per permettere il deposito nelle cancellerie delle memorie 320 cpc, memorie conclusionali autorizzate e note di trattazione scritta;
DECRETI INGIUNTIVI: sono in corso i test per rendere possibile il deposito telematico del Ricorsi per decreto ingiuntivo presso il GDP. La novità dovrebbe entrare in vigore entro la fine dell’anno. Anche se il decreto sarà depositato dal giudice in forma cartacea. Incrociamo le dita.
In attesa di ricevere i vostri commenti, rimaniamo a disposizione per ogni eventuale, ulteriore info, anche al numero 3286928765.
Con l’impegno di sempre.
I consiglieri Coa
Roberto Nicodemi e Giorgia Celletti🥰🥰

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui