Advertisement

Da qualche giorno, ma la domanda è valida anche da febbraio-marzo 2020, osservo che il numero dei decessi per Covid-19 appare piuttosto elevata, oggi 5 novembre 2020 addirittura 445 !!!,  malgrado si informi la pubblica opinione che il trend dei contagi appaia abbastanza stabile, circostanza che, in qualche modo, tende a tranquillizzare.

C’è da sperare che sia proprio così, magari in attesa che il virus perda gradualmente la sua carica, tuttavia resta il fatto che il numero dei decessi non mi convince in toto per quanto attiene la motivazione certificata di morte. E mi spiego meglio, anche alla luce di quanto hanno detto i “fortunati” che sono usciti dalla varie terapie intensive, compreso Massimo Giannini, Direttore della Stampa.

Advertisement

Domanda: “Non sarà che gli apparati medicali, il vestiario medico, la concentrazione, i rumori delle macchine ed i lamenti, il vociare ad alta voce dei medici per sopraffare il rumore esistente nelle varie sale, si assommano alla patologia virale per degenerare in morte per crepacuore, come si usa dire anche  per casi più semplici ?”

Oggettivamente, ho qualche dubbio in materia, considerato che, al solo guardare da casa, in poltrona, gli ammalati “ammucchiati in saloni da terrore”,  ammazza anche chi guarda.

Arnaldo De Porti

Belluno-Feltre

Advertisement
Articolo precedenteIL PUNTO n. 789 del 6 novembre 2020 di MARCO ZACCHERA 
Articolo successivoChiamali stupidi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui