Advertisement

 

Sgarbi annuncia battaglia. E già domani porterà la questione alla 37esima assemblea nazionale dell’ANCI in programma a Roma.

Advertisement

 

ROMA«Delle 10 città finaliste per la designazione a “Capitale italiana della Cultura 2022”, esclusa L’Aquila, guidata da un sindaco di Fratelli d’Italia, tutte le altre sono a guida PD: una lottizzazione, quella del Governo, vergognosa».

E’ quanto dichiara lo storico e critico d’arte Vittorio Sgarbi che chiede al ministro Franceschini di «chiarire i meccanismi che hanno portato a questa assurda selezione di cui sfuggono i criteri di merito, atteso che sono state escluse città con una storia e un patrimonio architettonico e artistico tra i più notevoli d’Italia, tra cui Verona e Arezzo».

 

Sgarbi annuncia battaglia. E già domani porterà la questione alla 37esima assemblea nazionale dell’ANCI (l’associazione del comuni d’Italia, di cui il critico d’arte è da alcune settimane responsabile nazionale per la promozione dei beni culturali) in programma domani a Roma.

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedente  Swiss Architectural Award 2020 
Articolo successivo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui