Nel Joburg Open ancora protagonisti i sudafricani. Uscirà al taglio Pavan

Secondo giro sospeso, dopo uno stop per maltempo e la ripresa fino all’oscurità, nel Joburg Open, torneo organizzato in collaborazione tra European Tour e Sunshine Tour, che si sta svolgendo sul percorso del Randpark GC (par 71), a Johannesburg in Sudafrica. Giocatori di casa ancora protagonisti, ma con l’entrata in scena di Jacques Blaauw, 34enne di Paarl con tre successi sul Sunshine Tour, al vertice della classifica provvisoria con 129 (66 63, -13) dopo aver realizzato con 63 (-8, un eagle, sette birdie, un bogey) lo score migliore di giornata. E’ rimasto in buona posizione Lorenzo Scalise, 19° con 137 (67 70, -5), mentre uscirà al taglio Andrea Pavan, 156° con 162 (83 79, +20).

Blaauw ha sorpassato il connazionale Wilko Nienaber, ora secondo con 130 (-12), in vetta dopo un turno con l’altro sudafricano Shaun Norris, sceso al quinto posto con “meno 9” e con tre buche da finire. È preceduto dal canadese Aaron Cockerill (132) e dal danese Joachim B. Hansen, stesso “meno 10”, ma stoppato alla buca 16. Tra coloro che hanno completato il turno sono in sesta posizione con 134 (-8) lo statunitense Julian Suri, l’inglese Richard Bland e il gallese Rhys Enoch, in nona con 135 (-7) lo spagnolo Gonzalo Fernandez Castaño, vincitore di due Open d’Italia, e in 14ª con 136 (-6) il sudafricano Darren Fichardt, a segno in questa gara nel 2017. Più indietro l’iberico Adrian Otaegui, 37° con 139 (-3), e pessima difesa del titolo dell’indiano Shubhankar Sharma, 153° con 155 (+13), che rimarrà fuori dal torneo. Lorenzo Scalise ha segnato cinque birdie, un bogey e un doppio bogey per il 70 (-1). Il montepremi è di 19.500.000 rand (circa 1.068.000 euro).

Diretta su GOLFTV – Il Joburg Open viene trasmesso in diretta da GOLFTV, piattaforma streaming di Discovery (info www.golf.tv/it). Terza giornata: sabato 21 novembre dalle ore 11 alle ore 15,30. Su Eurosport2 ed Eurosport Player: diretta dalle ore 13,15 alle ore 15,30.

CHALLENGE TOUR: DI NITTO E ZEMMER RESTANO IN ALTA CLASSIFICA – È continuata la corsa in alta classifica dei due italiani che stanno partecipando al Challenge Tour Grand Final, dove Enrico Di Nitto è rimasto al quarto posto con 135 (67 68, -7) colpi e Aron Zemmer è al 13° con 138 (69 69, -4)

Nell’evento che conclude la stagione del Challenge Tour e che si sta disputando sul percorso del T-Golf & Country Club (par 71), a Cala Figuera nell’isola spagnola di Maiorca alle Baleari, non verranno assegnate al termine, come negli scorsi anni, “carte” per l’European Tour ai migliori della Road To Mallorca (l’ordine di merito), ma i primi cinque potranno partecipare nel 2021 ad alcuni particolari eventi del circuito maggiore.

E’ passato a condurre con 131 (68 63, -11) colpi il tedesco Alexander Knappe, 31enne di Brilon con due titoli sul circuito datati 2016, che ha messo insieme un eagle e sei birdie per un 63 (-8), miglior score di giornata. Hanno due lunghezze di ritardo l’inglese Richard Mansell, numero tre della Road To Mallorca, e lo svedese Bjorn Hellgren (133, -9), entrambi al vertice dopo un turno insieme allo spagnolo Santiago Tarrio, sceso in settima posizione con 136 (-6).

Di Nitto ha la compagnia del danese Niklas Norgaard Møller e dell’inglese Matt Ford, numero quattro della money list impegnato nel rimanere tra i top 5, problema che invece non riguarda il tedesco Marcel Schneider, numero uno, 22° con 140 (-2), e lo spagnolo Pep Angles, numero due, 35° con 144 (+2), i quali hanno un tale vantaggio su chi li segue da non poter uscire dal gruppo dei cinque eletti. Invece ha motivi per preoccuparsi il quinto dell’ordine di merito, l’altro tedesco Hurly Long, 28° con 142 (par), a forte rischio di rimanere fuori.

Di Nitto ha girato in 68 (-3) colpi con quattro birdie e un bogey e Zemmer in 69 (-2) con quattro birdie e due bogey. Il montepremi è di 350.000 euro e la prima moneta di 62.000 euro, che si trasformerà in punti per la classifica finale della Road To Mallorca, permette a tutti i partecipanti, azzurri compresi, di poter entrare con un successo nella “Top Five”, ma i più lontani dalla vetta dovranno contare anche su una serie di concomitanze favorevoli relativamente al piazzamento di chi li precede.

 

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui