FOCOLAIO NEL CARCERE DI TOLMEZZO

 

“Si potrebbe pensare a una mancata gestione interna, ma sono consapevole che gran parte del problema abbia le sue radici molto più in alto. Mi rivolgo alla direttrice: sono disponibile a darvi il mio supporto”, afferma Zullo

L’europarlamentare friulano Marco Zullo (M5S) interviene in merito alla situazione drammatica che sta avendo luogo nel carcere di massima sicurezza di Tolmezzo, dove attualmente si contano 132 casi di positività da Covid.

“Ciò che sta accadendo a Tolmezzo è allarmante. In poche ore si contano 132 casi, ben 116 riguardano i detenuti, più della metà se consideriamo i 203 presenti nella struttura. Com’è possibile un’escalation del genere? apprendere questa notizia mi ha molto scosso, sia per la situazione carceraria, sia per l’emergenza sanitaria territoriale che ne deriva. Si potrebbe pensare a una mancata gestione interna, ma sono consapevole che gran parte del problema abbia le sue radici molto più in alto. Per questo, mi rivolgo alla direttrice Irene Iannucci: sono disponibile a darvi supporto, uniamo le forze.

L’europarlamentare continua facendo riferimento alla situazione carceraria nazionale: non ci si può giustificare dietro al Covid, questa situazione è frutto di anni di disinteresse da parte delle istituzioni, e a pagarne è tutto il comparto penitenziario. Attualmente, il programma di gestione in grado di fronteggiare l’emergenza è carente, le sezioni separate dove ospitare i detenuti contagiati non sono sufficienti, manca personale sanitario e figure assistenziali, la polizia carceraria è abbandonata a sé stessa, per non parlare dei detenuti.

Come ho già fatto nei mesi scorsi, chiedo al Ministero e al Dap di prendersi le dovute responsabilità e intervenire sul principale problema: il sovraffollamento, causato perlopiù dalla lunghezza dei processi e una cattiva applicazione delle norme di custodia.”

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui