Giustamente e, con assoluta ragionevolezza,  l’assessore bellunese Gianpaolo Bottacin   (V. Gazzettino 21/11)  ha chiesto di rimandare il divieto di circolazione delle circa 400.000 auto diesel, euro 4, anche ad evitare un serio problema ai possessori di questi mezzi, stante il fatto che, pur essendo giustificabile il provvedimento governativo allo scopo di attenuare l’inquinamento,  esso cade  per molti proprio in un momento di particolare difficoltà economico-finanziaria riconducibile in larga parte alla pandemia in essere.

A questo proposito, ho ascoltato alcuni esperti del settore, in particolare  importanti  meccanici-riparatori i quali, mi hanno confermato che un tale provvedimento non solo non è materializzabile nel breve termine, ma che dovremo-dovremmo aspettare ancora qualche anno prima che esso possa trovare applicazione, altrimenti si ferma tutto. Del resto, ma questo lo penso io,  non è che il diesel inquini molto di  più degli altri motori.

Questo argomento mi suggerisce tuttavia un rimedio. Se davvero si vuole che detto provvedimento produca i suoi effetti attraverso il fermo degli “euro 4”  perché il governo o le regioni non si attivano da subito per far trasformare l’alimentazione del diesel in circolazione attraverso altro propellente meno inquinante ? Esattamente come succede da anni installando, per esempio, l’alimentazione a gas ? E ciò attraverso facilitazioni certamente più serie ed efficaci di tante altre che quasi mai raggiungono lo scopo ?

Del resto, un progetto della specie, non farebbe che creare nuovo lavoro, oltre a non mettere nei guai chi non si può permettere di cambiare macchina-camioncino ecc., che utilizza magari esclusivamente per motivi di lavoro. Ed inoltre non va sottaciuto che molte macchine datate sono ancora “nuove” dentro e fuori, come si usa dire.

O vogliamo sprecare soldi nell’interesse di chi già ce li ha ? Colpendo il già massacrato contesto automobilistico ? Che ne dice l’ACI, a cui mando copia della presente ?

Arnaldo De Porti

Belluno-Feltre

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui