MCE 4X4” 2020: L’INIZIATIVA DI ASSOLOMBARDA E CAMERA DI COMMERCIO

 

Mobilità e Covid-19: imprese, startup e istituzioni a confronto per nuove soluzioni innovative e sostenibili

Venturi: “Dalle startup diverse soluzioni innovative. La situazione attuale ci impone di accelerare per rispondere, in sinergia, alle nuove sfide della mobilità”

Biffi: “Con MCE4x4 diamo un contributo per creare la mobilità del futuro, a partire dalle idee delle giovani imprese”

 

Milano, 23 novembre 2020Creare nuove collaborazioni e raccogliere da imprese, startup e istituzioni idee e proposte per delineare i percorsi futuri di una mobilità innovativa, sostenibile e resiliente in grado di rispondere alle nuove esigenze determinate dall’emergenza Covid-19.

È con questi obiettivi che si è svolta oggi la quinta edizione di MCE 4×4”, l’iniziativa di Assolombarda e Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi, in collaborazione con Nuvolab venture accelerator, rivolta a tutti gli attori che operano nei diversi settori della mobilità e dell’innovazione.

L’evento di quest’anno, completamente virtuale, è stato dedicato ai “CambiaMentinella mobilità di persone e merci, cambiamenti che rappresentano un punto di rottura con il passato e che necessitano di un cambio di mentalità per poter essere affrontati.

“Sono nate nuove esigenze che implicano un cambio di mentalità immediato, rispetto a diversi temi legati alla mobilità: dalla sicurezza alla sostenibilità, all’organizzazione del lavoro e alla vita dei cittadini – ha dichiarato Stefano Venturi, Vicepresidente di Assolombarda con delega ad Attrazione Investimenti, Competitività Territoriale, Infrastrutture per la Logistica e Trasporti Assolombarda – . Un cambio che è stato intercettato dalle startup presenti quest’anno a MCE 4×4 e che sta ad indicare due principali direzioni verso cui l’innovazione si sta spostando. La prima è quella che coniuga efficienza e sostenibilità, con un numero sempre maggiore di soluzioni orientate alla sharing mobility e più in generale alla circular economy. La seconda è relativa a un uso sapiente e integrato dei dati che si hanno a disposizione, che possono essere d’aiuto per ottimizzare i percorsi e a pianificare meglio i nuovi servizi urbani, per esempio. Si tratta, in ogni caso, di processi di cambiamento iniziati da tempo, che la situazione attuale ci impone di accelerare: diventa quindi essenziale lavorare in sinergia – imprese, startup e istituzioni – per definire una nuova mobilità che sia sempre più innovativa, sostenibile e resiliente. Per un miglior modo di vivere e di fruire i servizi che la nostra città ci offre”.

“Con MCE4x4 diamo un contributo per creare la mobilità del futuro, a partire dalle idee delle giovani imprese.– ha dichiarato Alvise BiffiMembro di Giunta della Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi –. Dall’innovazione in questo importante settore possono nascere nuovi scenari per vivere e per fare impresa. In quest’anno di grave pandemia per il Covid-19, possono arrivare nuovi modelli per la crescita di una nuova mobilità e un nuovo modo di spostarsi  e interagire. Siamo ora pronti a cambiare la prospettiva del passato e a vivere in futuro con abitudini molto diverse. Nel quadro di questo cambiamento culturale epocale, la Camera di Commercio considera una priorità strategica supportare lo sviluppo delle PMI verso modelli di sviluppo più sostenibili anche dal punto di vista ambientale”.

Sono 114 le startup da tutta Italia che hanno aderito alla call lanciata a settembre da Assolombarda e Camera di Commercio di Milano Monza Brianza Lodi, appartenenti ai quattro grandi settori che rappresentano il futuro della mobilità: SuperINTERACTION, (per esempio: mezzi di trasporto, infrastrutture e device connessi, data driven society); SuperCLEANTECH (per esempio: energie innovative, nuovi materiali e tecnologie a supporto dell’ottimizzazione energetica); SuperSERVICES (per esempio: servizi a supporto della mobilità, servizi di sharing economy, on demand economy, mobile payment); SuperENTERPRISE (per esempio: innovazione a sostegno delle attività aziendali, della logistica e dei processi).

 

Di queste, sono state selezionate le migliori 16 startup:

  • 3D4STEEL, che costruisce macchine per il metal additive manufacturing (www.3d4steel.com);
  • Blink, che si occupa di consegne in giornata e sostenibili (www.blinklastmile.com);
  • Busforfun, che propone un trasporto condiviso con un’ottica green (www.busforfun.com); DazeTechnology, che rende comoda e semplice la ricarica quotidiana delle auto elettriche (www.dazetechnology.com);
  • Foodlogica, ovvero l’ultimo miglio a impatto zero per la filiera alimentare (www.foodlogica.it);
  • Frieco, che intende ottimizzare la gestione ed il riciclo dei rifiuti inorganici (www.frieco.it);
  • G-move, che studia l’esperienza utente dei clienti/visitatori di uno spazio attraverso un sistema aperto di analisi dati ed un sensore brevettato (www.g-move.com);
  • i-TES, che utilizza in modo nuovo il calore, migliorando l’efficienza e aumentando l’uso delle fonti rinnovabili (https://www.i-tes.eu);
  • Instantechnologies, ovvero “sarti digitali” che usano semantica e intelligenza artificiale per creare soluzioni innovative (www.instantechnologies.com);
  • Measy, il veicolo disegnato per il food delivery di alta qualità per integrare la delivery nella catena del valore del prodotto (ww.measy.it);
  • MegaRide, che sviluppa tecnologie per il testing, l’analisi, l’ottimizzazione e la simulazione real-time dell’interazione tra veicoli ed ambiente circostante (www.megaride.eu);
  • OpenMove, che offre soluzioni “chiavi in mano” per la smart mobility (www.openmove.com);
  • SEALENCE, che sta  sviluppando la propulsione navale più efficiente attraverso innovazioni fluidodinamiche (www.sealence.it);
  • SWITCH, app che connette chi sta guidando un veicolo in car sharing con chi ne ha bisogno (www.getswitch.io);
  • Volvero, app di mobilità sostenibile per la condivisione di veicoli (www.volvero.com);
  • Walle, che permette di effettuare spostamenti aerei interurbani in tempi dimezzati (www.wallemobility.com).

 

Le 16 start up selezionate sono diventate protagoniste degli appuntamenti digitali di B2B,Digital Business Speed Date e Digital Tandem Meeting”, nei quali hanno potuto incontrare le imprese più autorevoli del settore con l’obiettivo di presentare il proprio progetto, servizio o modello di business innovativo.

 

La giornata si è composta di altri due importanti momenti come il “Future Storming”, un’occasione di confronto on-line dove le imprese che gestiscono la mobilità si sono incontrate con le realtà più disruptive per condividere trend futuri, e il “Digital Exhibition”, uno spazio espositivo virtuale dei progetti delle 16 startup finaliste di “MCE 4×4”.

 

Proprio grazie a “MCE 4×4”, nelle passate edizioni ogni startup partecipante all’evento ha stipulato una media di 2 accordi con le imprese.

 

Giovani e startup nei trasporti

A Milano oltre 800 imprese

Mobilità sempre più smart ed ecologica, Milano prima in Italia per startup innovative, soprattutto per la fabbricazione di altri mezzi di trasporto

 

Mobilità e trasporti: a Milano oltre 800 imprese guidate da under 35 su 10 mila nazionali, secondo un’elaborazione dell’ufficio Studi e Statistica della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati registro imprese al terzo trimestre 2020. L’incidenza dei giovani sul totale del settore trasporti è del 6% circa. La Lombardia con 1.694 attività guida la classifica nazionale seguita da Campania e Lazio.

Nel quadro di una mobilità sempre più smart ed ecologica, Milano è prima per startup innovative: a novembre 2020 solo nei settori dei trasporti sono 20 su 165 italiane e prevale la fabbricazione di altri mezzi di trasporto (11 su 90 nazionali). Seguono Roma con 13 startup e Torino con 9.

Le imprese giovanili in Italia. In Italia prime Roma e Milano con oltre ottocento attività  nei trasporti (865 e 816), Napoli con 760, Torino con 426.

Lombardia per provincia. A Milano ci sono 816 imprese di giovani nella mobilità, a Brescia 230, a Bergamo 159 e Monza 113.

Per settore. Sono 1.130 le imprese lombarde di giovani nei trasporti via terra e 400 nel magazzinaggio e supporto ai trasporti, 109 nei servizi postali, 45 nella fabbricazione e 9 nel trasporto via acqua. In Italia sono quasi 7 mila le imprese di giovani nei trasporti via terra, oltre 2 mila nel magazzinaggio e supporto ai trasporti, 700 circa nei servizi postali, quasi 400 nella fabbricazione e 300 nel trasporto via acqua.

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui