Home Cultura Una valanga d’accidenti per certi ricchi

Una valanga d’accidenti per certi ricchi

0


Io che ho sempre odiato le dittature, ci credete che alle volte vorrei essere un dittatore? Sarei un dittatore buono, anche se è un po’ un ossimoro “dittatore buono”. Sarei un ossimoro. Non so se le notizie che ho ascoltato l’altra sera durante una trasmissione televisiva siano vere, notizie riguardanti feste in lussuosi appartamenti a Milano, organizzate da signori pieni di soldi, in questo periodo in cui molta gente non sa se potrà mettere un piatto a tavola il giorno dopo.  Feste nelle quali droghe di tutti i tipi vengono offerte su vassoi d’argento, feste dove s’invitano ragazze giovani, feste dove il ricco signore padrone dell’appartamento, si fa padrone anche di qualche ragazza e magari si prende lo sfizio di violentarla e tormentarla per una ventina d’ore. Non so se siano vere le notizie. Se sono vere, vorrei essere un dittatore per togliere a questi ricchissimi signori fino all’ultimo centesimo e, senza neppure un giorno di prigione, mandarli nei campi a spezzarsi la schiena dall’alba fino a notte. Non essendo un dittatore, altro non posso fare che mandar loro una valanga d’accidenti. Siano maledetti.
Renato Pierri

 

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version