Advertisement

 

Leggo senza approfondire quanto sotto riportato con copia-incolla, stante il fatto che, già il poco che ho letto, mi pare più che sufficiente per chiedermi se gli Ospedali hanno come scopo primario quello di guarire i malati o fare business, aspetto quest’ultimo che, se così fosse davvero, il famoso giuramento di Ippocrate, si sarebbe trasformato in una sorta di associazione a delinquere e falso ideologico. Mi auguro che non sia così, anzi lo spero, altrimenti ci sarebbe da far ricorso alla Magistratura per scovare i cosiddetti “furbetti” fra i vari dirigenti di ospedale di tutta Italia.

Advertisement

Ho letto :

A fine emergenza in corso, il Governo dovrebbe sistemare la situazione della sanità pubblica e degli ospedali che, sorprendentemente, da febbraio a maggio 2020, non hanno registrato accessi per infarti, aneurismi, neoplasie, gambe rotte… ma solo Covid, di cui tantissimi ricoverati in terapia intensiva e subintensiva a fronte di rimborsi che vanno dai 900 euro al giorno per ogni paziente in terapia intensiva per 10 giorni, ai 538 euro al giorno per ogni paziente in terapia subintensiva per 12 giorni. In fondo, per un ricovero ordinario della durata di due settimane, il rimborso è “soltanto” di 250 euro al giorno.

Secondo lo studio invece della  Università Cattolica, sulla base della percentuale di ricoveri per ogni genere di sintomo, del numero totale dei ricoveri e del tempo medio di degenza, lo Stato italiano spende 1.425 euro al giorno per ogni singolo ricovero in terapia intensiva e 8.476 euro a paziente per i ricoveri ordinari da Covid-19 (considerando una degenza media di 12 giorni, si tratterebbe di 706 euro al giorno).

Guido Bertolaso parla di 2000 euro al giorno per malati Covid, mentre un malato “normale” rende all’Ospedale solo 250 Euro al giorno.

Detto e riportato quanto sopra può venire un legittimo sospetto che è il seguente : “Non sarà che il numero così elevato di malati Covid sia influenzato dai diversi rimborsi (poco per il malato normale ed altissimo per quello Covid), realtà che scompaginerebbe tutti i dati che ci vengono forniti ufficialmente tutti i giorni ?  Senza parlare del numero dei decessi che, rispetto a tutti gli altri Paesi, in Italia primeggia tristemente ?

Io la butto lì, nella speranza che qualcuno la raccolga, sempre pronto a scusarmi, anche se scavare sulle notizie fa parte del mestiere del giornalista.

 

Arnaldo De Porti

Advertisement
Articolo precedenteMassafra. Riapertura mercato settimanale 
Articolo successivoMassafra. Rete di supporto per fronteggiare l’emergenza Covid-19

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui