Caro Matteo,

se dovessi, ma soprattutto se potessi, scrivere ciò che ho sempre pensato di te, le tue residuali risorse istituzionali, avrebbero sicuramente la meglio su di me, magari aprendomi le porte della galera  per le quali, per mia fortuna, data l’età, forse potrei avere… l’esenzione.

Quando venisti a Belluno, pur non essendo psicologo né psichiatra, ma non per questo meno preparato sull’argomento, ti feci la seguente anamnesi : affetto da schizofrenia dialettica, bullismo comportamentale, ma anche  portatore di sbruffoneria all’ennesima potenza, realtà che, in ambienti di modesta levatura, anche culturale, può sempre destare una qualche positiva impressione ove non si arrivi a psicanalizzare come ho fatto io pur senza averne titolo ufficiale. Con questo non voglio dire che a Belluno ci sia gente priva di cultura, anzi !, solo che l’onestà intellettuale, la modestia comportamentale nonché una distanza anni luce nei tuoi confronti per quanto attiene la tua perfida irrazionalità politica, non spingono ad immaginare la tua forma-mentis che nulla ha a che fare con la politica ed, in questo momento, con gli interessi, anche di salute, del popolo italiano.

Oggi, tutti ti stanno prendendo per i fondelli, anche se ti concedo una qualche ragione sulle modifiche sull’utilizzo dei fondi UE: c’è chi ti ha battezzato come la persona  più impopolare ed antipatica d’Italia rispetto al più popolare esponente politico anche in sede internazionale, oltre che in Italia, e cioè il nostro primo ministro; c’è chi pensa che se ti avessero concesso di fare il ponte sullo stretto, tu avresti preteso anche un ponte con la…Sardegna, c’è infine chi  (e sono tutti) che a tutt’oggi non ha ancora capito cosa mai tu voglia !  Ieri sera, ascoltandoti con un religioso, mi è parso che quest’ultimo stesse per…bestemmiare a causa della tua irresponsabile baldanza, proprio in un momento in cui il sostantivo “divisione” va assolutamente bandito anche dal vocabolario !

L’hai presa sui denti con il fallito referendum che ti ha annientato dalla scena politica e mi par anche giusto ricordarti che qualche giorno prima avevi detto che, in caso di sconfitta, ti saresti ritirato dalla politica senza se e senza ma…  te lo sei scordato per difetto voluto di memoria?

Caro Matteo, tu hai l’aria di un figlio ribelle che non ascolta  e crea grossi guai in famiglia, intendendosi per famiglia, il nostro bel paese che, certamente, farebbe bene a… sculacciarti in maniera piuttosto esemplare, giacché non è che ti manchi l’intelligenza, ma sei del tutto incapace di metterla a frutto nell’interesse di coloro che vorresti tuoi sudditi.

Il nostro primo ministro fa bene a non più considerarti e non gli dispiacerà vederti all’opposizione con le tue…Bellenove and Co., stante il fatto che, per riempire il tuo “vuoto” in tutti i sensi,  sicuramente si faranno avanti tante persone responsabili che, come ho sentito dire nelle anticamere del parlamento, aspettano in fila per farlo.

Suvvia, caro Matteo, non fare il …Trumpino agitatore della Casa Bianca (Capitol Hill docet !)  perché corri il rischio di fomentare disordini sociali che possono trovare esca nell’attuale momento di depressiva disperazione soprattutto in chi apre il frigo e non trova nulla da mangiare..

Ergo, ragiona un attimo, anche per lasciare un minimo di ricordo,  in chi, come lo scrivente, non vede l’ora che tu ti tolga dagli zebedei !

ARNALDO DE PORTI

Belluno Feltre

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui