Advertisement

Sono tanti, troppi i medici e gli infermieri lombardi che per aver espresso pubbliche critiche sull’operato della Regione vengono sottoposti a procedimenti disciplinari, intimiditi, rischiano punizioni. Erano “eroi” quando si trattava di affrontare a mani nude l’epidemia e adesso?

Advertisement

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteRoma. Mai un vigile a Colli Aniene
Articolo successivoPaolo Borsellino L’intervista Nascosta la versione integralecommento di Marco Travaglio Il Fatto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui