Raniero La Valle compie 90 anni (22 febbraio). Da parte nostra i migliori auguri di buon compleanno e la gratitudine per il dono del suo impegno e della sua testimonianza. Lo ricordiamo con gli ultimi due libri pubblicati, nel 2019 (Lettere in bottiglia e Benedetto Calati il monaco della libertà) grazie a Francesco Comina che ci permise di incontrarlo e di avviare quei progetti editoriali. Insieme a Comina possiamo dire che “Raniero La Valle è un preziosissimo maestro di stile e di cultura. Da sempre. Un testimone del tempo: giornalista, scrittore, politico, difensore dei diritti umani, punto di riferimento del movimento per la pace. Ha dato la linea per capire il presente e progettare il futuro. Due anni fa lo accompagnai in un tour attraverso alcune città italiane per presentare le sue “Lettere in bottiglia”: missive sull’eredità del Novecento destinate ai nuovi nati nel terzo millennio. Perché sappiano cosa è stato il secolo breve e traggano la lezione di umanitarismo e di universalismo”.
RANIERO LA VALLE, direttore di “L’Avvenire d’Italia” ai tempi del concilio Vaticano II. Deputato e Senatore della Repubblica come Indipendente di Sinistra. Autore di numerose opere, tra le ultime: Quel nostro Novecento (2011), Chi sono io, Francesco? (2015), Un Concilio per credere (2013), Ho visto la miseria del mio popolo (2016), Cronache ottomane di Renato La Valle: come l’Occidente ha costruito il proprio nemico (2016). Con Gabrielli editori: Lettere in bottiglia. Ai nuovi nati questo vostro Duemila (2019) e Benedetto Calati. Il monaco della libertà (2019).

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui