Advertisement

Purtroppo per i contribuenti italiani le cose stanno diversamente: i Benetton sono stati indotti non a consegnare gratis allo Stato la società che gestisce di Autostrade, ma a venderla a caro prezzo. È uno stranissimo affare per lo Stato, visto che i Benetton non pagheranno un euro per il disastro del ponte di Genova e che la società comprata dallo Stato dovrà sborsare miliardi di euro per gli investimenti che i Benetton non avevano voluto fare per la manutenzione della rete, e presumibilmente molti altri denari per processi e risarcimenti. Di fatto il governo Conte ha tolto le castagne dal fuoco ai Benetton.

Felice Antonio Vecchione

Advertisement

Movimento Democratico “Italia Insieme”

www.movimentoitaliainsieme.it

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteProrogata fino a sabato 27 marzo  la mostra Paolo Parisi. 
Articolo successivoLavoro. Ulgiati, UGL: “Necessaria riforma degli ammortizzatori sociali che coniughi sostegno al reddito e riqualificazione professionale”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui