Advertisement

AISLA: al via “La borsa di Alba”, per creare shopper a sostegno dell’associazione

La nuova iniziativa a favore della lotta alla Sclerosi Laterale Amiotrofica parte da Cremona, ispirata da una fiaba della scrittrice Rossella Galletti, prevede la creazione di shopper destinate alla vendita

Cremona, 2 marzo 2020 – È partita a Cremona “La borsa di Alba” la nuova iniziativa a favore di AISLA, l’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica. Alla sezione cremonese dell’Aisla stanno già arrivando le prime shopper, con la lettera “A” cucita a mano, attraverso la tecnica del ricamo, dell’uncinetto, del patchwork o semplicemente disegnata.

Advertisement

“Abbiamo lanciato questa iniziativa per provare a sentirci più vicini nonostante le limitazioni di questo periodo e per raccogliere fondi da destinare ai servizi offerti alla comunità SLA del territorio”, spiega la presidente di AISLA Cremona, Nazzarena Anelli

Tutto è nato da “La borsa di Alba”, la fiaba di Rossella Galletti, socia dell’associazione e scrittrice. Una fiaba d’altri tempi che rievoca i ricordi di mamme, zie e nonne capaci di realizzare piccole magie con ago e filo. Le emozioni durante la lettura potranno essere trasformate in realtà mettendosi al lavoro per realizzare la propria borsa. Non ci sono limiti alla fantasia, alla scelta della stoffa o alla tecnica da utilizzare, dovrà esprimere ciò che si è provato nella lettura, l’importante è che il pensiero inizi con la lettera “A” di Alba, ma soprattutto di AISLA.

Nel progetto sono coinvolti anche i ragazzi del corso di grafica dell’istituto IAL di Cremona: “Io e Rossella Galletti li abbiamo incontrati in classe con i loro insegnanti — continua Nazzarena Anelli —. L’idea è che realizzino dei cartoncini, come delle etichette, da legare alle borse; inseriranno su un lato il logo di Aisla, dall’altro un loro disegno che evochi la lettera “A”. È davvero emozionante, qualcuno di loro si è messo subito all’opera”.

Grande è anche l’entusiasmo dimostrato dalla titolare e dalle clienti di un negozio di filati, “Atelier Gomitoli” di Cremona, che si sono lasciate coinvolgere dal progetto e hanno già dato il via alla produzione di borse shopper con applicazioni colorate e originali realizzate principalmente con l’uncinetto.

Tutti possono partecipare, anche oltre i confini provinciali e regionali. Le borse potranno essere consegnate o spedite ad Aisla sezione di Cremona, Via Giovanni Lonati 6 – 26100, entro il 25 aprile 2021, perché in occasione della Festa della Mamma, e con il permesso di chi le ha create, possano essere acquistate a offerta libera per sostenere le attività dell’associazione e la ricerca.

È importante che le produzioni siano accompagnate da un foglietto in cui annotare, oltre al significato del lavoro, anche il nome dell’artista, così che la firma potrà essere inserita nella rispettiva etichetta.

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteDisturbi comportamento alimentare
Articolo successivoSui lavori di recupero e integrazione delle sedute del teatro di Velia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui