Advertisement

Care Amiche, cari Amici,
conclusa l’avventura assembleare voglio ringraziarvi per la vostra presenza così massiccia, nonostante le grandi difficoltà di questo particolare periodo, al massimo momento democratico della nostra Federazione.
L’Assemblea elettiva è, da sempre, un evento importantissimo per la nostra dinamica democratica e queste elezioni lo hanno ben dimostrato sia nella competizione per il Presidente che in quella per le posizioni in seno al Consiglio federale. La Fijlkam ha dato prova di essere una Federazione vitale, con un dibattito interno molto articolato e aperta al rinnovamento.
La fiducia riposta nella mia persona mi riempie di orgoglio e accresce in me il senso di responsabilità. Il testimone che il nostro compianto Matteo Pellicone ha voluto passarmi ha per me un significato che va ben oltre il semplice mansionario di un presidente: vuol dire passione, appartenenza e senso del dovere. Sono orgoglioso di essere cresciuto nella nostra casa comune di judo, lotta, karate e arti marziali: questo è il mio mondo tanto quanto il vostro e qui risiede il mio cuore e la voglia di fare, tanto e bene, per la nostra crescita comune nel pieno rispetto delle differenze, ma sempre ispirati dagli stessi valori.
Dopo tanti anni, l’entusiasmo di lavorare per raggiungere i nostri obiettivi non viene meno, anzi si rafforza, e grande è la voglia di fare per porre la nostra asticella sempre più in alto.
Non ho mai smesso di essere fiducioso nel vostro apprezzamento per come abbiamo operato e per i risultati raggiunti nel corso del quadriennio: risultati che, come ha voluto sottolineare anche il Presidente del CONI Giovanni Malagò, sono contemporaneamente nostri e dell’intero Sport italiano. Le medaglie dei nostri Campioni e delle nostre Campionesse arricchiscono il palmares della Fijlkam che è anche quello dell’Italia. Ma dietro il lustro delle medaglie c’è tanto, tantissimo lavoro che noi tutti ben conosciamo e che viene svolto ancor più proficuamente tanto più grande è l’armonia tra le varie anime che compongono la nostra Federazione.
La percentuale ampia di consensi ricevuti mi riempie di orgoglio perché testimonia l’apprezzamento per quanto è stato fatto e la condivisione della progettualità futura. Immagino di essere stato valutato anche per la dedizione e lo slancio con cui ho affrontato oneri e onori di questo che non considero un semplice impiego, ma quasi una missione.
Voglio rivolgere un saluto affettuoso a tutti i Consiglieri uscenti, cui va il mio più sentito e riconoscente ringraziamento per l’impegno profuso in questi anni e sono certo che la loro partecipazione alle nostre attività non verrà meno. Allo stesso modo porgo un caloroso benvenuto in Consiglio a tutti i nuovi eletti, certo che con il loro contributo la Federazione potrà ulteriormente rafforzarsi.
Un particolare ringraziamento va alle Società, ai Tecnici, agli Atleti, ai Dirigenti ed a tutti coloro che hanno dato un contributo alla nostra discussione elettorale e poi nel corso dell’Assemblea. Abbiamo dato vita a un grande momento di confronto democratico. L’elezione in Consiglio di sei donne su dodici posti disponibili racconta meglio di qualsiasi chiacchiera o disposizione statutaria come la nostra Federazione sia al passo con i tempi e si ponga all’avanguardia anche in materia di diritti civili, con lo sguardo decisamente rivolto al futuro.
Lasciatemi, infine, ringraziare il Segretario Generale e tutto lo Staff federale che in questi ultimi mesi hanno seguito con dedizione e competenza il progetto organizzativo di questa Assemblea, garantendo così a tutti i partecipanti un contesto altamente adeguato al numero di persone presenti ed al rispetto dei protocolli a tutela della salute e della sicurezza all’interno dei padiglioni della Fiera di Roma.
Il mio augurio più grande è che il futuro sia sempre al centro del nostro operare e che possiamo lavorare insieme con passione e in armonia per il raggiungimento dei nostri sogni.

Grazie.

Advertisement

Domenico Falcone
Ranking Series 2021. Si parte da Ostia
Roma, 1 marzo 2021 – Ricomincia la Ranking Series, ricomincia la corsa verso Tokyo 2021. Il punto di partenza sarà il PalaPellicone per il secondo anno consecutivo. Da giovedì 4 marzo a domenica 7, ben 360 lottatori provenienti da 32 nazioni differenti si daranno battaglia sulle materassine di Ostia, per la Ranking Series “Matteo Pellicone”.

Gara decisiva per i punteggi delle teste di serie olimpiche, a Ostia va in scena la prima gara del 2021 in cui punti e piazzamenti contano davvero. Strutturata su quattro giorni, ognuno autoconclusivo con qualificazioni, ripescaggi e finali, ecco quando lotteranno le varie categorie:

Giovedì 4: ad inaugurare la competizione sarà la greco romana con le categorie di peso dei 55, 60, 63, 67, 87, 97 e 130 kg.

Venerdì 5: proseguirà la greco romana con le categorie dei 72, 77 e 87 kg. Ed inizierà la femminile con le lottatrici dei 57, 62, 68 e 76 kg.

Sabato 6: ancora la femminile con i 50, 53, 55, 59, 65 e 72 kg. E debutterà anche lo stile libero con le categorie dei 97 e 125 kg.

Domenica 7: si conclude con lo stile libero e le categorie di peso dei 57, 61, 65, 70, 74, 79, 86 e 92 kg.

Di seguito, tutti gli atleti azzurri convocati per la competizione:

Lotta greco romana: Giovanni Paolo Alessio (63kg), Zaur Kabaloev (67), Steve Momilia (67), Riccardo Vito Abbrescia (77), Ciro Russo (77), Matteo Maffezzoli (82), Leon Rivalta (82), Mirco Minguzzi (87), Simone Fidelbo (87), Luca Svaicari (97), Samuele Varicelli (130).

Lotta femminile: Ambra Campagna (55), Arianna Carieri (57), Aurora Russo (57), Francesca Indelicato (57), Rebecca De Leo (59), Elena Esposito (62), Veronica Braschi (65), Laura Godino (68), Enrica Rinaldi (76), Matilde Caldarelli (76).

Lotta stile libero: Givi Davidovi (57kg), Gianluca Talamo (70), Frank Chamizo (74), Luca Finizio (74), Salvatore Diana (79).

Infine, l’Italia sarà rappresentata anche dai tecnici Luis Enrique Mendez Lazo, Filippo Gargaglia, Giuseppe Giunta e Giuseppe Rinella e dagli arbitri Edit Dozsa, Luca Valentini e Salvatore Pernagallo.

Sarà possibile seguire la diretta streaming sulla home page della UWW.

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteItalia dei Valori Lazio: Nuove prospettive di sviluppo del settore dell’ospitalità in Italia: le proposte del Movimento Imprese Ospitalità (Federturismo/Confindustria)
Articolo successivoIndennità Covid non imponibili e familiari a carico

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui