Advertisement

Lunedì, Hossain Raghfar, uno degli economisti del regime iraniano, ha sottolineato la corruzione istituzionalizzata dei mullah, chiedendo una situazione economica di emergenza in Iran.
” Se si vuole fermare il processo di distruzione e di indebolimento dell’economia e della società in Iran, si deve prima prendere una decisione fondamentale e la ” situazione di emergenza” deve prevalere nel paese, perché senza di essa, le riforme ( economiche) non sono possibili”, ha detto Rafghar lunedì, in un’intervista all’agenzia di stampa statale ILNA.
” Ci sono soluzioni per la riforma economica, ma alcuni non vogliono attuare soluzioni specifiche”, ha aggiunto Raghfar.
” Abbiamo detto molte volte che il governo stesso rende la valuta più costosa, il che influisce sul sostentamento della gente. Bisogna notare che questo aumento del tasso di cambio è una fonte di reddito per il governo e ha conseguenze fragili per la gente. In altre parole, crea uno squilibrio pericoloso per le famiglie e i loro mezzi di sussistenza. Le conseguenze ( di questa azione) colpiranno l’economia del paese per anni”, ha aggiunto Raghfar.
Nel luglio 2020, Raghfar aveva ammesso:” Molte di queste speculazioni sono in linea con le politiche economiche in Iran, che vanno oltre il governo. L’intero sistema politico-economico ha deciso di utilizzare per il momento, le tasche del popolo per pagare le spese del regime”.
“Una delle decisioni più importanti da prendere è quella di aumentare il tasso di cambio. Certamente, le conseguenze di questa decisione riguarderanno tutte le persone, la società, la produzione e il futuro dell’economia”, ha aggiunto.
Mentre il regime e i suoi apologeti cercano di incolpare le sanzioni internazionali come la vera causa della crisi economica dell’Iran, in un’altra intervista con l’agenzia di stampa ILNA il 18 febbraio, Raghfar ha respinto tale affermazione e ha sottolineato che “la radice della crisi attuale non è legata a problemi stranieri”.
“Durante i tre decenni dopo la guerra (Iran-Iraq ), i diritti delle persone sono sempre stati violati legalmente (dal regime). Le crisi di oggi nel paese derivano da un cambio di atteggiamento che si è creato dopo la guerra e non ha niente a che fare con problemi stranieri.
Le crisi principali sono dovute a dinamiche interne e al risultato di alcune specializzazioni”, ha ammesso.
In un’altra intervista con ILNA il 24 febbraio, Raghfar ha ammesso una di queste cosiddette” specializzazioni” da parte del regime.
“Nell’ultimo anno, circa 800 mila miliardi di tomans di appropriazione indebita di valuta estera e vari tipi di rendite energetiche sono stati forniti a grandi aziende e privati
Solo un’azienda siderurgica nel 2019 è riuscita ad avere un profitto netto di 20,5 ttilioni di tomams e non bisogna dimenticare che la maggior parte di queste aziende sono esenti dal pagamento delle tasse”, ha detto Raghfar. Queste aziende sono subordinate a massicce istituzioni finanziarie come l’Astan- e Quds Razavi, Bonyad Mostazafan, ecc..che sono sotto la diretta supervisione del leader supremo del regime, Alì Khamenei e delle Guardie rivoluzionarie ( IRGC).
Raghfar nell’aprile 2020 aveva detto:”Mentre 20 miliardi di dollari sono scomparsi dal paese durante un grande scandalo di corruzione, oggi chiediamo alla Banca Mondiale di darci circa 5 miliardi di dollari.
Eppure, nessun è responsabile di questo”.
La corruzione istituzionalizzata del regime ha spinto la gente nella palude della povertà e c’è un enorme divario tra la maggior parte degli Iraniani e la ricca minoranza affiliata al regime.
“Se queste privazioni e questa profonda distanza sociale continuano nella loro forma attuale, presto gli strati benestanti, la piccola minoranza con tutti i doni della vita che vive nelle torri di lusso e nelle loro magnifiche ville e palazzi, non si sentiranno al sicuro.
Una tale situazione è come una bomba ad orologeria piantata sotto la pelle della nostra società.
Quando questa bomba esploderà, non vi sarà più traccia ( del regime), ha avvertito domenica il quotidiano statale Jahan-e Sanat.

 

Advertisement

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteMassafra. Il commissario Mirko Tagliente nuovo comandante della P.L.
Articolo successivoWorld obesity day vivere bene

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui