Advertisement

Le liste di attesa si allungano e l’emergenza Covid-19 sta peggiorando la situazione in molti Paesi del mondo. Fondazione Operation Smile Italia Onlus lancia la Campagna Sms Solidale “Dona una vita di Sorrisi”: sms e chiamate da rete fissa al numero solidale 45582 per garantire cure tempestive e un futuro più sereno ai bambini nati con malformazioni cranio-maxillo-facciali come la labiopalatoschisi.

 

Advertisement

«Ogni 3 minuti, nel mondo, nasce un bambino con una malformazione del volto come la labiopalatoschisi. Un bambino che, se non curato tempestivamente, può avere problemi nella crescita e vivere sofferenze psicologiche legate all’emarginazione sociale e ad episodi di bullismo. Un bambino che rischia di dover aspettare troppo tempo per essere curato: le liste di attesa si allungano ogni giorno e l’emergenza Covid-19 sta peggiorando la situazione, soprattutto nei Paesi a basso e medio reddito». A renderlo noto, in occasione della campagna sms solidale “Dona una vita di Sorrisi”, è la Fondazione Operation Smile Italia Onlus, che da oltre 20 anni, grazie all’impegno di medici e operatori sanitari volontari, è attiva in Italia e nel mondo per il trattamento delle patologie congenite cranio-maxillo-facciali al fine di curare e restituire il sorriso a migliaia di pazienti e alle loro famiglie.

La campagna sms solidale “Dona una vita di Sorrisi – Insieme per non lasciare indietro nessuno, insieme per portare molto più di un Sorriso” sarà attiva dal 1° aprile al 9 maggio: con un sms o una chiamata da rete fissa al numero solidale 45582 è possibile contribuire a cambiare concretamente la vita di una persona nata con una malformazione del volto, garantendole cure specializzate e un futuro sereno e in salute. Per contribuire alla diffusione della campagna sui social media è possibile utilizzare l’hashtag #moltopiùdiunsorriso.

 

Vivere con una malformazione del volto non curata può compromettere le funzionalità più basilari come mangiare e parlare. Alle difficoltà dello sviluppo fisico si aggiungono spesso anche problemi di carattere psicologico e di integrazione nella società che, nei casi più drammatici, possono sfociare nell’abbandono scolastico e addirittura nel totale isolamento dalla vita sociale. L’emergenza Covid-19 sta peggiorando la situazione, «mettendo a repentaglio la possibilità, per tantissimi bambini, di essere operati con la tempestività necessaria e di essere seguiti con un approccio multidisciplinare, dalla nascita fino alla fine delle cure», aggiungono i portavoce della Fondazione.

 

La Fondazione Operation Smile Italia Onlus fa parte di un’organizzazione medica internazionale che nell’ultimo anno, nonostante i forti disagi legati alla pandemia Covid-19, nel rispetto dei protocolli di sicurezza ha continuato ad assistere i propri pazienti, anche a distanza, sempre con l’obiettivo di garantire ai più fragili cure multidisciplinari tempestive e gratuite.

 

Nel 2020[1] sono stati oltre 15mila i pazienti curati durante le missioni mediche e nei 31 Centri di Cura dell’organizzazione.

 

Molto, tuttavia, resta ancora da fare: nel mondo un neonato ogni mille nasce con labiopalatoschisi e in Europa l’incidenza è di circa 1 neonato ogni 500-700.

 

La Fondazione Operation Smile Italia Onlus, oltre a sostenere i programmi medici dell’organizzazione internazionale, è attiva sul territorio italiano con il Progetto Smile House: due ambulatori multispecialistici ad Ancona e Cagliari e tre Centri multidisciplinari di diagnosi, cura, ricerca e formazione per il trattamento delle patologie congenite cranio-maxillo-facciali a Milano, Roma e Vicenza, nati per garantire ai pazienti e alle loro famiglie, in un’unica struttura, cure e assistenza dalla fase prenatale all’intervento chirurgico, fino alla conclusione delle terapie necessarie.

 

«In questo difficile anno – sottolinea il direttore generale della Fondazione Operation Smile Italia Onlus Alessandra Corrias – nonostante gli importanti disagi causati dalla pandemia nei Centri Smile House siamo riusciti a visitare, in piena sicurezza, 6.212 persone, operare 259 pazienti e a garantire 11.486 consulenze multidisciplinari. La Fondazione, con i suoi medici e operatori sanitari, si è inoltre immediatamente attivata in sostegno dell’emergenza Covid-19 supportando sia la Protezione Civile che il personale medico e le strutture ospedaliere in Italia e, all’estero, donando attrezzature e dispositivi di protezione individuale, organizzando corsi di formazione a distanza rivolti al personale sanitario e assistendo, attraverso i centri di cura, i pazienti e le loro famiglie, anche a distanza.  Non appena è stato possibile le attività sono riprese in sicurezza in molti Paesi. Un anno molto complesso e faticoso, che, tuttavia ci ha insegnato quanto è importante, in questi momenti così difficili, restare coesi ed essere solidali».

 

La campagna sms solidale “Dona una vita di Sorrisi – Insieme per non lasciare indietro nessuno, insieme per portare molto più di un Sorriso” ha l’obiettivo di curare un numero sempre maggiore di persone con malformazioni del volto sia in Italia che nel resto del mondo, garantendo loro #moltopiùdiunsorriso. L’iniziativa solidale, in particolare, è finalizzata ad aiutare, attraverso la fornitura di materiale medico per il Matagalpa Hospital Partner di Managua, i pazienti in attesa di cura in Nicaragua ed a sostenere, in Italia, il progetto Smile House, attraverso un progetto di ricerca in psicologia dinamica e clinica volto ad indagare gli effetti psicologici nel bambino affetto da malformazioni facciali congenite e gli aspetti psicologici della coppia genitoriale sulla qualità dell’intersoggettività primaria in una popolazione di bambini con schisi facciale.

 

I volontari italiani di Operation Smile accreditati a livello internazionale sono 141: 26 chirurghi, 45 anestesisti, 10 pediatri, 28 infermieri, 22 dentisti e 10 logopedisti.

 

La campagna è sostenuta da Rai per Il Sociale, Sky per il sociale, La7 e TV2000. Mediafriends ha concesso spazi gratuiti per l’emissione dello spot.

Hashtag: #moltopiùdiunsorriso

Per info su Fondazione Operation Smile Italia Onlus: www.operationsmile.it/

Per info sulla campagna “Dona una vita di Sorrisi”: unsorrisoallavolta.operationsmile.it/

 

Campagna Sms Solidale “Dona una vita di sorrisi”

“Insieme per non lasciare indietro nessuno, insieme per portare molto più di un Sorriso”

#moltopiùdiunsorriso

 

Periodo: 1°aprile – 9 maggio

Numero Solidale: 45582

 

Donazioni:

– 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari WINDTRE, TIM, Vodafone, Iliad, PosteMobile, Coop Voce, Tiscali;

– 5 o 10 euro per le chiamate da rete fissa TIM, Vodafone, WINDTRE, Fastweb e Tiscali;

– 5 euro per le chiamate da rete fissa da TWT, Convergenze, PosteMobile

Per ulteriori informazioni e richiesta di materiali e interviste:

 

Atlantis Company (ufficio stampa campagna sms solidale “Dona una vita di Sorrisi”)

 

UTOPIA – Comunicazione e media relations per la Fondazione Operation Smile Italia Onlus

 

Schede di approfondimento (in calce):

  • Scheda su Operation Smile
  • Scheda su interventi in Italia
  • Scheda su interventi in Nicaragua

 

Gli obiettivi principali di Operation Smile:

– Garantire ad ogni persona nata con una malformazione al volto le cure di cui ha bisogno grazie anche ad un approccio multidisciplinare, per assicurare la completezza della cura in totale rispetto della sicurezza e della qualità.

– Formare il personale sanitario nei Paesi in cui interviene, per assicurare la continuità delle cure.

– Promuovere la ricerca scientifica sia in ambito genetico che clinico-chirurgico.

 

Il bisogno:

– È stimato che nel mondo ogni 3 minuti nasce un bambino con una schisi [1]

– Il dato di incidenza, a livello mondiale, di tutte le varie forme di labiopalatoschisi, incluse le palatoschisi e le labioschisi isolate, è di circa 1 neonato ogni 1000 [2], mentre in Europa è di circa 1 neonato ogni 500-700 [3]

 

Programmi medici internazionali 2020 [4]:

– Sono state realizzate 111 missioni mediche in 29 Paesi.

– Oltre 15.100 pazienti hanno ricevuto cure mediche che hanno permesso loro di migliorare la qualità di vita in 31 Paesi. Dal 1982 sono state curate oltre 314.000 persone nelle loro comunità di appartenenza.

– Sono presenti 31 Centri di Cura in 19 Paesi.

 

Programmi medici in Italia 2020 [5]:

– Progetto Smile House: 3 Centri multidisciplinari di diagnosi, cura, formazione e ricerca nell’ambito delle malformazioni del volto, attivi a Milano, Roma e Vicenza; 2 Ambulatori multispecialistici attivi ad Ancona e Cagliari. 6.212 pazienti visitati, 259 pazienti operati, 11.486 consulenze multidisciplinari.

– Progetto World Care Program: una bambina proveniente dall’Albania è stata sottoposta all’intervento chirurgico di labioschisi.

 

La Fondazione Operation Smile Italia Onlus con i suoi medici e operatori sanitari si è schierata in prima linea per affrontare l’emergenza Covid-19 fin dall’inizio, in particolare:

– Ha supportato il personale medico e le strutture ospedaliere sia in Italia che all’estero, donando attrezzature e dispositivi di protezione individuale.

– Ha organizzato corsi di formazione a distanza rivolti al personale sanitario.

– Ha assistito, attraverso la rete dei centri Smile House, i pazienti e le loro famiglie con tempestività e sicurezza grazie ai percorsi Covid-free.

– Ha supportato la Protezione Civile.

 

Nell’anno fiscale 2020 [6] 30 volontari italiani e 3 studentesse del progetto Student Programs hanno partecipato a 18 missioni mediche in 14 Paesi del mondo, per offrire il loro servizio nell’ambito di missioni mediche locali e internazionali. Al 30 giugno 2020 il numero di volontari italiani accreditati a livello internazionale è pari a 141, di cui 26 chirurghi, 45 anestesisti, 10 pediatri, 28 infermieri, 22 dentisti e 10 logopedisti.

 

La Fondazione è attiva in Italia con il progetto non medico Student Programs, che coinvolge oltre 100 studenti della scuola primaria, secondaria e università.

 

Note e fonti:

[1] Peterson-Falzone SJ, Hardin-Jones MA, Karnell MP. Cleft palate speech. 3rd ed. St. Louis, Mo: Mosby; 2001

[2] World Health Organization 2018 http://www.who.int/news-room/fact-sheets/detail/oral-health

[3] World Health Organization 2018 http://www.euro.who.int/en/health-topics/disease-prevention/oral-health/data-and-statistics Il dato varia in relazione ai gruppi etnici e alle aree geografiche.

[4] Anno fiscale 1° luglio 2019 al 30 giugno 2020

fonte https://brand.operationsmile.org/our-brand/talking-points/#1517588981715-babfbe8d-5e21

[5] 1° luglio 2019 al 30 giugno 2020.

Fonte: https://operationsmile.it/wp-content/uploads/2020/12/OSI_RelazioneMissioneFY19-20-2.pdf

[6] Fonte:

 

 

 

Fondazione Operation Smile Italia Onlus – La Fondazione Operation Smile Italia Onlus è un ente senza scopo di lucro che persegue finalità civiche, solidaristiche di utilità sociale mediante lo svolgimento e l’esercizio, in via esclusiva o principale, di una o più attività di interesse generale, intendendo promuovere e realizzare – direttamente o indirettamente – ogni forma di iniziativa volta alla assistenza sanitaria e sociale nonché di cooperazione e di sviluppo nei confronti di quanti – in Italia e nel Mondo – si trovino in stato di malattia, debolezza, emarginazione, sofferenza e bisogno, con particolare riferimento a minori e giovani adulti affetti da malformazioni cranio-maxillo-facciali, allo scopo di offrire interventi chirurgici gratuiti e cure mediche specialistiche.

 

Nata in Italia nel 2000 la Fondazione Operation Smile Italia Onlus può contare su una vasta rete di medici, infermieri e operatori sanitari che curano e assistono, nel nostro Paese e in tutto il mondo, bambini e adulti nati con malformazioni cranio-maxillo-facciali come la labiopalatoschisi.

 

La Fondazione è attiva in Italia con il Progetto “Smile House”, che integra il Sistema Sanitario Nazionale con cure e assistenza, dalla diagnosi prenatale fino al completamento del percorso di cura del paziente, favorendone l’inserimento sociale. Il Progetto “Smile House” conta oggi su cinque realtà: tre Centri di diagnosi, chirurgia, formazione e ricerca a Milano, Roma e Vicenza e due Ambulatori, a Cagliari ed Ancona, dedicati alla diagnosi e alle cure complementari alla chirurgia.

 

Il 22 gennaio 2021 è stato firmato un accordo di collaborazione con la Marina Militare per costituire un ambulatorio multidisciplinare Smile House presso il Centro Ospedaliero Militare di Taranto, che consentirà di offrire attività di diagnosi e trattamento delle malformazioni del volto di adulti e bambini provenienti da tutto il sud Italia.

 

Dal 2013 la Fondazione collabora con la Marina Militare grazie al progetto “Un Mare di Sorrisi” e porta avanti il “World care Program”, programma internazionale di chirurgia e assistenza medica per pazienti provenienti dai Paesi dove l’Organizzazione non è presente o dove le cure non sono erogabili in modo appropriato.

 

La Fondazione Operation Smile Italia Onlus supporta l’impegno dell’Organizzazione Internazionale di cui fa parte e che si avvicina ai 40 anni di esperienza nella cura della patologia. L’Organizzazione, grazie a migliaia di volontari medici, infermieri ed operatori sanitari provenienti da tutto il mondo, è impegnata a rendere accessibili e gratuite le cure chirurgiche nei Paesi a basso e medio reddito, a formare il personale sanitario locale e a donare attrezzature medico-ospedaliere per la cura e l’assistenza di tutte le persone nate con una malformazione del volto e in stato di necessità.

 

– Sito internet: operationsmile.it

– Facebook: @operationsmileitaliaonlus

-Twitter: @OpSmileITA

– Instagram: @operationsmileitaliaonlus

 

Progetto Smile House – In Italia, nel 2011, la Fondazione Operation Smile Italia Onlus ha avviato una collaborazione con il Servizio Sanitario Nazionale, mettendo a disposizione la propria professionalità e conoscenza nell’ambito del trattamento delle malformazioni facciali soprattutto nei confronti delle labiopalatoschisi. Nasce così il Progetto Smile House, un modello organizzativo di rete, su scala nazionale, con l’obiettivo di gestire in modo efficiente ed efficace tutto il percorso di cura del bambino, che va dalla diagnosi prenatale fino al termine dello sviluppo psico-fisico. Fornisce, inoltre, assistenza ai pazienti e ai loro familiari e si dedica alla formazione dei medici e degli operatori sanitari specializzati in diagnosi e cura delle malformazioni del volto, incentivando i progetti di ricerca in modo da essere sempre all’avanguardia nel trattamento della patologia.

 

Il Progetto Smile House nasce dall’esigenza di seguire con un approccio multidisciplinare il trattamento delle malformazioni del volto, ed in particolare delle labiopalatoschisi, attraverso il coinvolgimento di un team di specialisti che valutino insieme i bisogni del paziente e il percorso di cure da seguire in relazione alla patologia.

Il modello assistenziale Smile House garantisce tempestività e continuità delle cure necessarie, nonché sicurezza e qualità delle prestazioni ai pazienti affetti da una malformazione del volto.

 

Il Progetto Smile House conta oggi su cinque realtà: tre Centri (Hub) di diagnosi, chirurgia, formazione e ricerca a Milano, Roma e Vicenza e due Ambulatori, a Cagliari ed Ancona, dedicati alla diagnosi e alle cure complementari alla chirurgia.

 

Il 22 gennaio 2021 è stato firmato un accordo di collaborazione per costituire un ambulatorio multidisciplinare Smile House presso il Centro Ospedaliero Militare di Taranto, che consentirà di offrire attività di diagnosi e trattamento delle malformazioni del volto di adulti e bambini provenienti da tutto il sud Italia.

 

Gli interventi in Nicaragua – Operation Smile è presente in Nicaragua dal 1993 e ha condotto programmi medici in 8 città, trattando più di 25 mila bambini e adulti affetti da malformazioni al volto attraverso più di 99 missioni mediche nel Paese. Inoltre, grazie al Centro di Cura permanente localizzato a Managua, sono state condotte più di 60 mila consultazioni individuali finalizzare alla riabilitazione e all’integrazione sociale.

 

Il Nicaragua è uno dei Paesi più ampi dell’America Centrale e il secondo più povero di tutto il continente sudamericano. La povertà crea importanti disparità socioeconomiche in diversi ambiti, tra cui quello sanitario.

I nicaraguensi devono fronteggiare molteplici barriere di accesso per arrivare alle cure mediche di cui hanno bisogno, difficoltà che spaziano dagli alti costi per accedere ai servizi sanitari di base fino alla scarsità di mezzi pubblici a disposizione per raggiungere gli ospedali. Questi fattori costringono la popolazione a trascurare molto le proprie condizioni di salute.

 

Operation Smile stima che in Nicaragua ci siano migliaia di persone nate con labioschisi e labiopalatoschisi mai state curate.

[1] Periodo di riferimento 1/07/2013 al 30/06/2020

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteMINELLONO OH MY LOVE E’ IL NUOVO SINGOLO TUTTO DA BALLARE!
Articolo successivoAnticapitalista, femminista e difensore dell’amore libero: Era Gesù?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui