Advertisement

«L’inchiesta Petrolmafie Spa conferma i grandi contrasti della Calabria, nella quale coesistono ricchezza e povertà, immoralità e onestà, la morsa criminale e la lotta dello Stato, della società civile e di una parte della politica ad ogni forma di mafia». Lo afferma, in una nota, il deputato M5S Paolo Parentela, che aggiunge: «Oggi le organizzazioni criminali hanno affinato i loro metodi e scendono a patti con un mondo imprenditoriale e professionale su cui si inizia a far luce grazie all’impegno della magistratura, delle forze dell’ordine e della coscienza critica. Come Movimento 5 Stelle – conclude Parentela – continueremo a denunciare il sistema della corruzione e delle contiguità, a batterci in parlamento e sul terreno culturale per contribuire a contrastare la ’ndrangheta, che è il primo cancro della nostra bellissima terra. Il futuro della Calabria dipenderà dalla volontà collettiva di sconfiggere l’antistato».

 

Advertisement

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteIl 9 aprile di duecento anni fa nasceva Baudelaire, il padre della poesia moderna Una riflessione sull’innovazione del linguaggio
Articolo successivoMozambico, Save the Children: migliaia di bambini in condizioni difficilissime a causa del conflitto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui