Advertisement

La Corte Costituzionale ha deciso che l’ergastolo ostativo è incostituzionale e che la perduta gente, come la definì Dante, non lasci ogni speranza ma venga riammessa al consesso civile. Non vorremmo che venisse dichiarata incostituzionale anche la credenza cristiana sull’esistenza dell’inferno.” E’ la riflessione che effettuata da mons. Filippo Ortenzi, legale rappresentante della Chiesa Ortodossa Italiana (ww.chiesa-ortodossa.com), che si domanda “Niente pena eterna neppure per criminali come Josef Stalin, Adolf Hitler, Pol Pot e Osama Bin Laden? La religione cristiana insegna”, conclude il vescovo ortodosso, ricordando il Vangelo secondo Matteo (13,41-42) che: “Il Figlio dell’uomo manderà i Suoi angeli, i quali raccoglieranno dal Suo Regno tutti gli scandali e tutti gli operatori di iniquità, e li getteranno nella fornace ardente dove sarà pianto e stridore di denti.” e che nel giorno della Parusia (ritorno di Gesù sulla terra e Giudizio Universale), come scritto nel Vangelo secondo Matteo (25,41): “Poi dirà a quelli alla sua sinistra: Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno, preparato per il diavolo e per i suoi angeli.

Mons. Filippo Ortenzi

Advertisement

Chiesa Ortodossa Italiana chiesaortodossaitaliana@gmail.com

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteDAMIANO
Articolo successivoLuigi Pericle. Ad astra

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui