Advertisement

Dopo il successo riscosso nella sua stagione di esordio, torna “TennistavolOltre”, avviato per la prima volta sull’intero territorio nazionale nell’anno scolastico 2018/19, grazie al sostegno della Fondazione Vodafone Italia, che ha confermato la sua presenza. Il progetto, che nel 2020 era stato sospeso per l’insorgere dell’emergenza sanitaria, ha appena riottenuto l’approvazione ufficiale da parte del Ministero dell’istruzione per il 2021 e prevede la realizzazione in tutto il Paese di un’azione di formazione e informazione sul tennistavolo nelle scuole e, in particolare, nelle classi dove siano inseriti alunni con disabilità fisica o intellettiva e relazionale, al fine di favorire il loro passaggio dall’attività motoria allo sport e di promuovere il tennistavolo come strumento di recupero sociale e componente rilevante del loro percorso formativo.

“TennistavolOltre Plus”, come viene denominata la nuova versione dell’iniziativa, sarà presentato nel corso di una conferenza stampa, che si svolgerà sulla piattaforma Zoom lunedì 3 maggio alle ore 12 e alla quale interverranno, in veste di relatori, Vito Cozzoli, presidente e amministratore delegato di Sport e Salute, Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Adriana Versino, consigliere delegato della Fondazione Vodafone Italia, Renato Di Napoli, Presidente della Federazione Italiana Tennistavolo, Paola Deiana, Dirigente Ufficio V – Politiche sportive Scolastiche – Ministero dell’istruzione, Valeria Ignarra, CEO di Play For Change, Giuseppe Marino, segretario generale della FITeT, e Alessandro Arcigli, direttore tecnico della Nazionale paralimpica.

Advertisement

Si collegherà, in veste di testimonial, la campionessa Giada Rossi, che sta preparando la sua partecipazione alle Paralimpiadi di Tokyo, la seconda apparizione ai Giochi, dopo quella di Rio 2016, coronata dalla conquista della medaglia di bronzo nel singolare di classe 2.

Il progetto, nel corso della prima edizione, ha coinvolto 13 Regioni e oltre 30 Province, distribuite in tutta la Penisola, permettendo a più di 1.000 alunni diversamente abili di sperimentare il tennistavolo. Nel 2021, in presenza di un lasso di tempo di riferimento più limitato, “TennistavolOltre Plus” si propone di entrare all’interno di oltre 50 Istituti italiani e di avvicinare quasi 800 ragazzi con disabilità. Il tutto nel pieno rispetto delle misure di sicurezza vigenti in ambito sanitario e del Protocollo emesso dalla FITeT per la prevenzione e la protezione da contagio COVID-19, durante lo svolgimento delle attività di tennistavolo.

All’interno delle scuole selezionate saranno realizzati 5 moduli didattici, ciascuno di due ore, con i quali saranno avviati alla pratica del tennistavolo gli alunni con disabilità e anche i loro compagni di classe normodotati, che in ogni lezione li affiancheranno, acquisendo il ruolo di tutor. In tal modo si creerà nella classe un clima di coesione e collaborazione.

Sarà anche svolta un’attività di formazione dei docenti, attraverso l’organizzazione di un seminario, in modalità telematica, rivolto agli insegnanti di educazione fisica e di sostegno, sul tema della cultura e dello sport paralimpico, nel quale saranno presentati i benefici, in termini di opportunità, che la pratica sportiva sia in grado di produrre sulla socializzazione, condivisione e crescita psico-fisica dei ragazzi.

giornale

Informazione equidistante ed imparziale, che offre voce a tutte le fonti di informazione

Advertisement
Articolo precedenteElementare, Watson!
Articolo successivoVACCINI, L’ITALIA SCENDA IN CAMPO, WTO 30 APRILE E 5 MAGGIO ULTIMA CHIAMATA: SOSPENDERE I BREVETTI PER SALVARE L’UMANITA’!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui